belgio europa viaggi

Bruxelles Cosa Vedere: Tutto Quello Che Devi Sapere

Ciao e benvenuta in una nuova guida dedicata a cosa vedere a Bruxelles, la capitale del Belgio. Oggi ti porto con me alla scoperta di una delle città europee che mi è rimasta nel cuore per la sua eleganza e bellezza. Ho visitato Bruxelles durante un weekend lungo di febbraio e devo ammettere che me ne sono innamorata completamente. Se stai cercando cosa fare a Bruxelles, allora questa guida è quello che fa per te.

In particolare, scoprirai un itinerario dettagliato che potrai seguire per scoprire cosa vedere a Bruxelles in tre giorni. In questa guida, ti porterò alla scoperta della sua bellissima architettura, delle sue Chiese gotiche e della sua eleganza senza tempo. Beh, non perdiamo altro tempo ed entriamo nel vivo del nostro articolo dedicato a cosa vedere a Bruxelles. Sei pronta? Iniziamo!

Ciao, Sono Marianna

Prima di entrare nel vivo della nostra guida gratuita dedicata a cosa vedere a Bruxelles, mi presento. Mi chiamo Marianna, sono una Consulente di Viaggio per CartOrange e Travel Blogger. Sono la fondatrice di The Wine Travelist, il blog dedicato agli itinerari di viaggio, di cibo e di vino in giro per il mondo.

Bruxelles cosa vedere

In questo Blog, troverai tante Guide Gratuite per organizzare il tuo viaggio in Italia o all’estero senza impazzire. Vista la mia esperienza come viaggiatrice di lunga data e come Consulente di Viaggio, nelle mie Guide troverai solo consigli pratici e utili per organizzare i tuoi itinerari. Ovviamente, sempre alla ricerca di luoghi meno turistici e nascosti.

Inoltre, se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio ricco di esperienze indimenticabili, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune semplici indicazioni ed io mi occuperò di organizzare il tuo prossimo viaggio in Belgio o in giro per il mondo, senza farti impazzire. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!


Bruxelles in 4 giorni: Un Weekend Da Favola

Bruxelles, capitale del Belgio e cuore pulsante dell’Europa, è una città ricca di fascino e di storia. Dalle architetture gotiche della Grand Place al simbolo iconico del Manneken Pis, fino al quartiere Europeo e ai musei di fama internazionale, Bruxelles offre una varietà di attrazioni per tutti i gusti.

Bruxelles è una città moderna e cosmopolita. Infatti, la città è un importante centro economico, politico e culturale. La sua storia è un affascinante viaggio attraverso i secoli, che ha contribuito a rendere Bruxelles la città che conosciamo oggi. Bruxelles è la destinazione perfetta da visitare in pochi giorni, con un volo diretto dalle principali città italiane.

Ma Bruxelles può essere anche una delle tappe di un viaggio on the road alla scoperta delle Fiandre e dei birrifici del Belgio. Insomma, grazie alla sua posizione strategica e alla sua dimensione contenuta, Bruxelles è una destinazione perfetta per diverse tipologie di viaggio.

Tuttavia, nonostante le sue dimensioni ridotte, Bruxelles è ricca di cose da vedere. Ti basti pensare alla Grand Place, il cuore storico di Bruxelles, il luogo ideale per immergersi nell’atmosfera di Bruxelles. Pensa al fascino senza tempo dell’elegante quartiere Sablon oppure del Quartiere Europeo, che ospita il Parlamento Europeo di Bruxelles. Per non parlare dei tanti edifici liberty, che ti lasceranno senza fiato. Ma quindi, cosa vedere a Bruxelles in 3 giorni?

Bruxelles Cosa Vedere il Primo Giorno

Quando si pensa a cosa vedere a Bruxelles il primo giorno, ovviamente alcune tappe sono obbligatorie. Tra queste, troviamo la bellissima Grand Place, dichiarata Patrimonio UNESCO per la sua rilevanza architettonica. Oppure il famoso Mannekin Pis, simbolo dell’animo scherzoso degli abitanti di Bruxelles. Ma quindi, cosa vedere a Bruxelles il primo giorno?

Tour Guidato di Bruxelles

Ogni volta che preparo un itinerario di pochi giorni a Bruxelles per i miei clienti, consiglio sempre di iniziare il viaggio partecipando ad un tour guidato della città. Fare un tour guidato della città a piedi, ti permette di scoprire la storia e le origini di Bruxelles, in compagnia di una guida certificata. In questo modo, scoprirai tutti i segreti della città e le migliori cose da vedere a Bruxelles in pochi giorni.

Ovviamente, sono la prima a seguire i miei consigli. Infatti, ho deciso di prenotare un tour guidato di Bruxelles di due ore su GetYourGuide. La guida ci ha raccontato storie e leggende di questa meravigliosa città, dalle sue origini fino ai giorni nostri. Se hai poco tempo per visitare la città, ti consiglio di dare un’occhiata a questi tour guidati a Bruxelles che ho selezionato per te. Non te ne pentirai!

Bruxelles cosa vedere

Grand Place

La Grand Place di Bruxelles è stata dichiarata Patrimonio UNESCO nel 1998, grazie alla sua bellezza architettonica ed importanza storica. Infatti, si tratta di una delle piazze più belle d’Europa, tappa imperdibile per chiunque visiti la capitale belga. Conosciuta anche come Grote Markt in fiammingo, questa piazza è un luogo intriso di storia, leggende e fascino.

La Grand Place risale al XII secolo, quando Bruxelles era un crocevia commerciale importante nell’Europa settentrionale. Nel corso dei secoli, la piazza ha subito varie trasformazioni e è diventata il fulcro della vita della città. Circondata da maestose case medievali, la Grand Place riflette lo splendore del periodo d’oro di Bruxelles. Infatti, nel XVII secolo, la città era al suo apice economico e culturale.

La Grand Place di Bruxelles ha ospitato anche il celebre scrittore Victor Hugo, che visse proprio in una delle case nella Grand Place. Si dice che ogni volta che apriva la finestra, esclamasse con stupore di fronte alla bellezza della piazza. Infatti, Hugo la descrisse come “la più bella piazza del mondo“.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Visita la Grand Place di Bruxelles al mattino presto e alla tarda sera, per ammirarla nelle sue personalità.
Bruxelles cosa fare

Palazzi delle Corporazioni

Lungo i lati della Grand Place di Bruxelles potrai ammirare i meravigliosi Palazzi delle Corporazioni. Questi sontuosi edifici, con le loro bellissime facciate, raccontano storie e leggende del ricco passato commerciale e sociale di Bruxelles. Come potrai notare, i palazzi hanno un’altezza differente. La motivazione è legata alla loro ricchezza durante l’epoca medievale. Infatti, maggiore era la rilevanza dell’industria a cui facevano riferimento, maggiore era l’altezza del loro palazzo.

In particolare, potrai osservare il maestoso Maison du Roi. Questo imponente edificio, situato sul lato orientale della Grand Place, è conosciuto anche come “Casa del Duca di Brabante”. Costruito nel XV secolo in stile gotico brabantino, il palazzo ospitava in origine il duca di Brabante e poi il re di Spagna. Proseguendo sul lato occidentale della Grand Place, si trova la Maison des Boulangers, anche chiamata Casa dei Panettieri. Si racconta che il palazzo fosse la sede dell’antica gilda dei panettieri e che la sua facciata fosse un simbolo di prosperità nella produzione di pane.

Spostandoti verso il lato meridionale, puoi vedere la Maison des Brasseurs, anche chiamata la Casa dei Birrai. La sua facciata è decorata con simboli legati alla produzione della birra. Secondo la leggenda, il palazzo era la sede della gilda dei birrai e rappresentava l’importanza della birra nell’economia di Bruxelles. Infine, sul lato sud-est della piazza, puoi ammirare la Maison des Maîtres Lainiers, anche chiamata la Casa dei Maestri Lanaioi. Costruito nel XVII secolo, presenta una facciata decorata con scene della lavorazione della lana. Si dice che il palazzo fosse la sede dell’antica gilda dei lanaioli, rappresentanti dell’industria tessile nell’economia di Bruxelles.

Leggi anche: Scopri PentaHotel a Bruxelles

Bruxelles cosa fare
Bruxelles cosa fare

Mannekin Pis

Il Manneken Pis di Bruxelles è sicuramente uno dei simboli più iconici della città. Questa piccola statua di bronzo raffigura un bambino che urina e si trova vicino alla Grand Place. Il Manneken Pis è circondato da numerose leggende e curiosità che contribuiscono al suo fascino eterno. Una delle leggende più popolari racconta di un bambino che avrebbe salvato la città da un incendio urinando sulle fiamme. In segno di gratitudine, i cittadini di Bruxelles commissionarono la famosa statua per commemorare l’eroismo del bambino.

Il Manneken Pis è noto anche per i suoi numerosi costumi, che vengono regolarmente cambiati in occasioni speciali. Questa tradizione risale al XVII secolo, quando le famiglie nobili di Bruxelles donavano abiti alla statua per celebrare eventi importanti. Oggi, il Manneken Pis ha una vasta collezione di costumi, che rappresentano una varietà di culture e tradizioni da tutto il mondo. Infatti, poco distante dalla statua, puoi visitare il Guardaroba ufficiale del Mannekin Pis. Davvero molto particolare!

Leggi anche: Cosa vedere a Bruges: La Guida Completa

Bruxelles cosa fare

Antiche Mura di Bruxelles

Le mura medievali di Bruxelles furono costruite nel XIII secolo per proteggere la città dalle invasioni esterne e dai conflitti militari. Queste imponenti fortificazioni circondavano il nucleo storico della città, inclusa la Grand Place, e includevano torri di guardia, porte d’ingresso e fossati difensivi.

Nonostante gran parte delle mura sia stata demolita nel corso dei secoli per fare spazio alla crescita urbana e allo sviluppo della città, alcuni tratti rimangono ancora visibili oggi. I resti più significativi delle antiche mura di Bruxelles si trovano nei pressi del Boulevard Anspach, a nord-ovest della Grand Place. Qui è possibile osservare tratti di mura e torri restaurate, che offrono una visione suggestiva della vita medievale nella città.

Bruxelles cosa fare
Bruxelles cosa vedere

Quartiere Sablon

Il Quartiere Sablon di Bruxelles è una delle gemme della città. Situato appena a sud-est della Grand Place, questo quartiere ti affascinerà con le sue stradine acciottolate, i palazzi storici e le numerose attrazioni culturali.

Il Quartiere Sablon ha radici antiche che risalgono al XIV secolo, quando era abitato da monaci che lavoravano nell’adiacente Chiesa di Notre Dame de La Chapelle. Nel corso dei secoli, il quartiere divenne un’area residenziale per l’alta borghesia, che iniziò a costruire sontuose residenze e palazzi proprio lungo le sue strade.

Una delle caratteristiche distintive del Quartiere Sablon è la sua bellezza architettonica. Qui è possibile ammirare una vasta gamma di stili, tra cui l’architettura gotica, rinascimentale e barocca. Palazzi maestosi con facciate decorate, cortili interni pittoreschi e dettagli artistici rendono questo quartiere un luogo unico e affascinante da esplorare.

Una delle leggende più celebri legate al Quartiere Sablon riguarda il suo nome. Si dice che il quartiere abbia preso il nome da “savlon“, una parola fiamminga che significa “sabbiato“, in riferimento alle sabbie portate dai monaci per stabilizzare il terreno intorno alla Chiesa di Notre Dame de La Chapelle.

Bruxelles cosa fare
Bruxelles cosa fare

Chiesa di Notre Dame de La Chapelle

La Chiesa di Notre Dame de La Chapelle a Bruxelles è una delle più antiche e affascinanti chiese della città, ricca di storia, bellezza architettonica e un fascino senza tempo. Situata nel Quartiere Sablon, questa chiesa gotica è un punto di riferimento per i visitatori che desiderano immergersi nella ricca spiritualità di Bruxelles.

Una delle caratteristiche più affascinanti della Chiesa di Notre Dame de La Chapelle è la sua bellezza architettonica. La facciata gotica della chiesa presenta dettagli intricati e scolpiti, tra cui guglie, archi e rosoni. All’interno, puoi ammirare affreschi, sculture e vetrate colorate che risalgono a diversi periodi storici. Credimi, la sua maestosa bellezza ti lascerà senza fiato.

La Chiesa di Notre Dame de La Chapelle è stata testimone di numerosi eventi storici nel corso dei secoli. Si dice che la chiesa abbia ospitato il matrimonio tra Carlo il Temerario, duca di Borgogna, e Isabella di Borbone nel XV secolo. Inoltre, la chiesa ha svolto un ruolo importante durante la Rivoluzione belga. Infatti, fu utilizzata come rifugio e luogo di preghiera per i rivoluzionari.

Bruxelles cosa vedere
Bruxelles cosa vedere

Palazzo di Giustizia a Bruxelles

Il Palazzo di Giustizia di Bruxelles è uno dei monumenti più imponenti della città, dominando il panorama urbano con la sua maestosità e la sua bellezza architettonica. Conosciuto anche come Palais de Justice, questo edificio imponente è una tappa imperdibile.

La costruzione del Palazzo di Giustizia iniziò nel 1866, sotto la guida dell’architetto Joseph Poelaert. Fu completata quasi 20 anni dopo, nel 1883. L’edificio fu eretto su una collina nella parte bassa della città, occupando un’area di oltre 20.000 metri quadrati. E’ uno dei più grandi palazzi di giustizia del mondo. Tuttavia, il Palazzo di Giustizia di Bruxelles è oggetto di restauro da più di 20 anni, finanziato con i fondi europei.

Ho visitato il Palazzo di Giustizia di Bruxelles al suo interno e devo dire che mi ha davvero colpito. La visita è libera e gratuita, dovrai semplicemente fare dei controlli all’ingresso e lasciare un documento di identità. Una volta al suo interno, resterai affascinata dalla sua maestosità e bellezza architettonica.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Oltre a esplorare il Palazzo di Giustizia in sé, puoi godere di una vista spettacolare dal piazzale antistante. Potrai scattare foto con il contrasto tra la modernità della ruota panoramica e lo stile neoclassico del Palazzo di Giustizia.
Bruxelles cosa vedere
Bruxelles cosa vedere

Chiesa di Notre Dame de Sablon

La Chiesa di Notre Dame de Sablon, situata nel suggestivo Quartiere Sablon di Bruxelles, è un gioiello architettonico. Questa chiesa gotica è un importante punto di riferimento della città, sia dal punto di vista religioso che culturale. La Chiesa di Notre Dame de Sablon è un esempio meraviglioso dell’architettura gotica brabantina. La sua facciata maestosa è decorata con archi e sculture finemente lavorate, che catturano l’attenzione fin dal primo sguardo. All’interno, la chiesa è caratterizzata da un’atmosfera di sacralità e grandiosità, vetrate colorate e opere d’arte religiosa.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Visita la Chiesa di Notre Dame de Sablon durante la messa. In questo modo, vivrai un'esperienza da vera local. Lasciati incantare dal fascino dei suoi interni e dalla sacralità delle musiche della Chiesa. Non te ne pentirai!

Pranzo al Exki

Se sei alla ricerca di un posto per un pranzo veloce nel cuore di Bruxelles, avrai l’imbarazzo della scelta. Infatti, il centro storico di Bruxelles è pieno di locali dove mangiare waffle, panini o le fantastiche patatine belga. Tuttavia, se sei alla ricerca di un pranzo rapido, salutare ed economico, ti consiglio di fermarti da Exki. E’ una catena di locali che offre piatti veloci, gustosi e salutari, come insalate, torte salate e panini non eccessivamente conditi.

Durante il mio viaggio a Bruxelles, ho pranzato tutti i giorni da Exki e mi sono trovata davvero benissimo. Personalmente, ho provato le loro zuppe di verdure, davvero buonissime. Ottime anche le torte salate alle verdure e i panini. Troverai tante opzioni gustose ed economiche. Pensa che io non ho mai speso più di 10 euro!

Bruxelles cosa fare
Bruxelles cosa vedere

Galeries Royales Saint Hubert

Situate nel cuore della città, queste gallerie commerciali coperte sono un capolavoro dell’architettura del XIX secolo e una tappa imprescindibile per chiunque desideri immergersi nell’eleganza e nel lusso dell’epoca passata. La loro costruzione fu finanziata dai fratelli Saint-Hubert, che volevano creare uno spazio esclusivo dedicato al commercio di lusso e alla cultura. Le gallerie hanno attirato immediatamente l’attenzione dell’alta società brussellese e dei visitatori internazionali, diventando rapidamente un’icona della vita sociale e culturale della città.

Uno dei fatti più celebri legati alle gallerie è la performance teatrale di Victor Hugo nel 1852. L’acclamato scrittore francese si esibì al Théâtre des Galeries Saint-Hubert, che si trova all’interno delle gallerie, presentando la sua pièce teatrale “Ruy Blas” di fronte a un pubblico entusiasta.

bruxelles in tre giorni

Mont des Arts

Il Mont des Arts è uno dei principali punti panoramici di Bruxelles. Devi sapere che il Mont des Arts ha una storia intrigante che risale al XIX secolo, quando il re Leopoldo II decise di trasformare questa zona, all’epoca una collina disordinata, in un magnifico giardino pubblico. I lavori di ristrutturazione iniziarono nel 1910 e continuarono per diversi decenni, dando vita a una serie di parchi, giardini e strutture culturali che caratterizzano il Mont des Arts oggi.

La vista panoramica dal Mont des Arts offre uno spettacolo mozzafiato sulla città di Bruxelles, con la Grand Place e altri monumenti importanti che si stagliano all’orizzonte. Grazie alla sua posizione strategica, ti consiglio di visitare il Mont des Arts al tramonto. Fermati ad assaggiare una delle 1.500 birre prodotte in Belgio al Château Moderne e rilassati davanti ad un panorama mozzafiato.

bruxelles in tre giorni

Jeanneke Pis

Jeanneke Pis è una piccola statua situata nel centro di Bruxelles, che rappresenta una versione femminile e scherzosa del più famoso Manneken Pis. La sua storia, sebbene meno nota rispetto a quella del Manneken Pis, ha comunque attirato l’attenzione dei turisti e dei visitatori di Bruxelles. La statua raffigura una bambina che urina in un gesto giocoso, simile al più celebre Manneken Pis. Tuttavia, Jeanneke Pis ha una storia e un significato unici.

Si dice che toccare o sfiorare la statua porti fortuna e fertilità, e molti visitatori lasciano piccoli regali o offerte ai piedi della bambina come segno di rispetto e buon auspicio. In ogni caso, è un simbolo dell’animo scherzoso e gioviale dei Brussellesi. Infatti, proprio come accade per il Mannekin Pis, anche la Jeanneke Pis ha il suo guardaroba personalizzato. Infatti, io l’ho trovata vestita con gli abiti del Carnevale. Pazzesco!

bruxelles in tre giorni
bruxelles in tre giorni

Birra al Delirium

Devi sapere che la Jeanneke Pis si trova proprio davanti ad uno degli ingressi del Delirium Café, uno dei simboli di Bruxelles. Beh, l’ho preso come un segno del destino ed ho deciso di approfittarne per assaggiare un’altra birra tipica del Belgio. Il Delirium Café è uno dei locali più famosi e iconici di Bruxelles, rinomato per la sua vasta selezione di birre provenienti da tutto il mondo e per l’atmosfera accogliente che lo caratterizza. Fin dall’inizio, il locale si è distinto per la sua vasta selezione di birre, che comprende oltre 2000 marchi provenienti da tutto il mondo.

Al Delirium Café, puoi avere un primo assaggio della cultura della birra belga ordinando una degustazione di birre al modico prezzo di 29 €. Tuttavia, ti consiglio di evitare e prenotare una visita ad un birrificio. Infatti, io ed il mio ragazzo abbiamo ordinato una Kwak, adatta agli amanti delle birre strutturate dal retrogusto leggermente dolce, e una Chimay Triple, ottima per gli amanti delle birre con un retrogusto più amaro. Abbiamo pagato 19€ per bere due birre, ovviamente senza stuzzichini. In ogni caso, se ti stai chiedendo cosa vedere a Bruxelles, una tappa qui è d’obbligo!

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Il Delirium Café si sviluppa su tre piani. Se sei alla ricerca di un'atmosfera più vivace, ti consiglio di scegliere un tavolo al piano terra o al piano -1. Invece, se cerchi un'atmosfera più rilassante e ricercata, ti consiglio di sederti ad un tavolo all'ultimo piano.
bruxelles in tre giorni

Cena alla Brasserie Chutney’s

Ogni volta che organizzo un viaggio per me e per i miei clienti, creo una lista dettagliata dei migliori ristoranti e locali dove mangiare la cucina tipica. Ovviamente, per il mio Bruxelles, ho selezionato e provato i vari posti che ti propongo. Se vuoi mangiare un’ottima Carbonade alla birra a due passi dalla Grand Place, prenota un tavolo alla Brasserie Chutney’s.

Io ed il mio ragazzo abbiamo ordinato due Carbonade alla birra, due insalate belga, una birra trappista Westmalle e una birra Leopold 7. Tutto davvero buonissimo e ad un prezzo più che onesto. Infatti, abbiamo speso solo 60€ e siamo usciti più che soddisfatti. Inoltre, essendo a due passi dalla Grand Place, dopo cena potrai fare una bella passeggiata ed ammirare la piazza illuminata. Non te ne pentirai!

Organizza il Tuo Viaggio in Belgio con Me!

Il Belgio e le Fiandre sono ricche di esperienze da fare e posti da vedere. Tuttavia, organizzare un viaggio ricco di esperienze può richiedere tantissimo tempo. Se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio in Belgio o in giro per il mondo, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune informazioni ed io mi occuperò di tutto il resto. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Bruxelles Cosa Vedere il Secondo Giorno

Il primo giorno è sempre dedicato alla visita delle attrazioni principali. Ma quindi cosa vedere a Bruxelles il secondo giorno? A mio parere, non puoi organizzare un viaggio a Bruxelles senza prevedere una visita al Quartiere Europeo. Ovviamente, non mancherà una tappa nel bellissimo Parco del Cinquantenario, come una vera local. Ma il secondo giorno nasconde anche una chicca davvero interessante. Pronta a scoprire cosa vedere a Bruxelles il secondo giorno?

bruxelles in quattro giorni

Quartiere Europeo

Il Quartiere Europeo di Bruxelles è un’area dal significato simbolico profondo. Rappresenta il cuore dell’integrazione europea e la sede di numerose istituzioni politiche e organizzazioni internazionali. Il Quartiere Europeo ha le sue radici nel dopoguerra. In questo periodo, i leader europei decisero di creare una struttura politica che avrebbe garantito la pace e la prosperità in Europa, dopo gli orrori della seconda guerra mondiale.

Nel corso dei decenni, il quartiere è cresciuto e si è trasformato. Oggi è sede di numerose istituzioni europee, tra cui la Commissione Europea, il Consiglio dell’Unione Europea e il Parlamento Europeo. Dal punto di vista architettonico, il Quartiere Europeo è caratterizzato da una combinazione di edifici moderni e storici, che riflettono la diversità dell’Unione Europea.

Tra gli edifici più notevoli ci sono il Berlaymont, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea. Questi edifici sono caratterizzati da design moderni e innovativi, che simboleggiano l’ideale di progresso e unità dell’Europa.

Leggi anche: Cosa vedere a Gand (Gent) in un giorno

bruxelles in quattro giorni

Parlamentarium

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Bruxelles nel Quartiere Europeo, ti consiglio una visita al Parlamentarium. Una delle caratteristiche del Parlamentarium è la sua esperienza interattiva. Questa ti permetterà di esplorare la storia e il funzionamento del Parlamento Europeo, attraverso una serie di display multimediali, video, e simulazioni.

Qui potrai scoprire i vari ruoli e responsabilità dei membri del Parlamento Europeo e partecipare a dibattiti e votazioni simulate. Si tratta di una visita multimediale gratuita, da fare in autonomia, con tre percorsi con durate diverse. Io ho scelto quella da un’ora e mi è piaciuta tantissimo. Insomma, esperienza molto consigliata.

bruxelles in quattro giorni

Emiciclo del Parlamento Europeo

La visita all’Emiciclo del Parlamento Europeo a Bruxelles rappresenta un’opportunità unica per immergersi nel cuore della democrazia europea. Inoltre, potrai comprendere il funzionamento e il ruolo del Parlamento Europeo nell’Unione Europea. Questo tour ti offre l’opportunità di sederti nei posti riservati ai deputati europei e di assistere a simulazioni di sessioni parlamentari. Vivrai un’esperienza coinvolgente e informativa sulla politica europea, credimi.

Visitare l’Emiciclo del Parlamento Europeo di Bruxelles è gratuito, ma conviene prenotare il proprio ingresso sul sito ufficiale. Personalmente, questa esperienza mi ha colpito tantissimo. Sedersi nelle stesse sale dove si siedono i responsabili delle scelte dell’Europa, è un’emozione indescrivibile.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Se visiti Bruxelles durante una delle sedute plenarie annuali, potrai prendere parte ad una di queste. Mi raccomando, prenota la tua visita con largo anticipo, perché i posti vanno a ruba!
bruxelles in quattro giorni

Parco del Cinquantenario

Vuoi sapere cosa vedere a Bruxelles come un vero local? Allora il Parco del Cinquantenario è quello che fa per te. Il Parco del Cinquantenario è uno dei parchi più iconici e suggestivi di Bruxelles. Il Parco del Cinquantenario fu originariamente creato nel 1880 per commemorare il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza del Belgio. Fu progettato come un’area verde monumentale e una celebrazione della storia e della cultura belga. Al suo interno, fu eretto l’Arco del Cinquantenario, un’imponente struttura che divenne rapidamente un simbolo della città.

Oltre alla sua bellezza naturale, il Parco del Cinquantenario ospita anche una serie di importanti musei. Tra questi vi sono il Museo dell’Automobile e il Museo di Arte e Storia. Inoltre, grazie alla sua vasta dimensione, è il parco preferito dai Brussellesi per una corsa mattutina o un picnic.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio Preferita: Fermati a mangiare un ottimo waffle in uno dei tanti chioschetti nel parco. Sono davvero deliziosi!
bruxelles in quattro giorni
bruxelles in quattro giorni

Birrificio Artigianale Cantillon

Beh, dopo tanta natura, è arrivato il momento di riprendere con il controllo qualità delle birre belghe. E perché non farlo in una delle birrerie storiche di Bruxelles? Il Birrificio Cantillon è stato fondato nel 1900 da Paul Cantillon. E’ stato gestito dalla stessa famiglia per quattro generazioni. Sin dalle sue origini, il birrificio si è specializzato nella produzione della birra Lambic, una birra belga tradizionale. Viene prodotta con lieviti selvaggi e batteri presenti nell’aria per la fermentazione. Questo metodo di produzione artigianale conferisce alla birra Lambic il suo caratteristico sapore acido e complesso.

Il Birrificio Cantillon gioca un ruolo fondamentale nella produzione della birra Lambic e nel mantenimento della tradizione brassicola belga. Qui potrai osservare da vicino il processo di produzione della birra Lambic. Questo include la fermentazione spontanea in grandi vasche aperte, l’invecchiamento in botti di legno e l’assemblaggio delle varie varietà di birra. Ovviamente, alla fine della visita potrai assaggiare una selezione delle loro birre artigianali, tra cui la celebre Gueuze e la Kriek. Insomma, se stai cercando cosa vedere a Bruxelles di tipico, una visita a Cantillon è d’obbligo!

bruxelles in quattro giorni
bruxelles in quattro giorni

Cattedrale di San Michele e Santa Gudula

Situata nel cuore di Bruxelles, questa imponente cattedrale gotica è un simbolo della fede e della spiritualità belga. E’ un luogo di grande importanza storica e culturale. La storia della Cattedrale di San Michele e Santa Gudula risale al IX secolo, quando fu costruita una chiesa dedicata a San Michele sul sito dell’attuale cattedrale. Nel corso dei secoli, la chiesa fu ampliata e modificata più volte. La cattedrale prende il nome dai santi patroni di Bruxelles, San Michele e Santa Gudula, che sono venerati come protettori della città.

La Cattedrale di San Michele e Santa Gudula è un capolavoro dell’architettura gotica, con la sua facciata imponente, le guglie slanciate e le vetrate colorate che adornano l’edificio. Al suo interno, potrai ammirare una serie di opere d’arte, tra cui affreschi, sculture e dipinti che risalgono a diversi periodi storici. Prenditi del tempo per ammirare le meravigliose vetrate e cerca di interpretare la storia che si nasconde dietro di loro. Credimi, non te ne pentirai.

bruxelles in quattro giorni

Palazzo Reale di Bruxelles

Situato al centro della città, il Palazzo Reale è una testimonianza della storia della monarchia belga e un simbolo del potere regale nel cuore di Bruxelles. Il Palazzo Reale è un esempio di architettura neoclassica, con la sua facciata imponente e i dettagli scultorei. Al suo interno, potrai ammirare sale sontuosamente decorate, soffitti affrescati, arredi lussuosi e opere d’arte che testimoniano il passato regale del Belgio.

Purtroppo, puoi visitare il Palazzo Reale di Bruxelles solamente nel mese di agosto. Tuttavia, i giardini del Palazzo Reale sono visitabili gratuitamente tutti i giorni e offrono una vista spettacolare sulla città. Infatti, sono il luogo ideale per rilassarsi e godersi la bellezza dei dintorni.

bruxelles in quattro giorni
bruxelles in quattro giorni

Cena alla Brasserie Fin de Siecle

Continuando la nostra ricerca dei migliori ristoranti dove mangiare tipico a Bruxelles, devo assolutamente parlarti della Brasserie Fin de Siecle. Si tratta di una vera istituzione a Bruxelles, frequentata sia da locals, sia da turisti. Questa brasserie è famosa per il suo stile liberty, la sua gustosa cucina e i prezzi super abbordabili. Ho cenato qui per ben due sere consecutive e sono rimasta sempre estremamente soddisfatta.

Durante le due cene, ho provato la loro deliziosa “Carbonade alla birra” e il “coniglio alla Kriek“. Entrambi strepitosi! Invece, il mio ragazzo ha assaggiato uno “Stoemp Saucisses” e uno stufato di carne. Pazzeschi! Sempre accompagnati da una birra belga Saison DuPont e da una birra San Feuillien, perfettamente abbinate ai piatti. Insomma, da mettere nella lista di cosa fare a Bruxelles.

Bruxelles Cosa Vedere il Terzo Giorno

Il terzo giorno del tuo viaggio a Bruxelles può essere dedicato alla visita di due dei tanti musei della città. Essendo l’ultimo giorno prima di visitare i dintorni, ti consiglio di approfittarne per entrare nelle tante cioccolaterie artigianali sparse per la città. Credimi, hai davvero l’imbarazzo della scelta. Ma quindi, cosa vedere a Bruxelles il terzo giorno?

Museo di Magritte

Situato nel cuore della capitale belga, questo museo è dedicato alla vita e all’opera di Magritte, uno dei più grandi maestri del surrealismo del XX secolo. Il Museo Magritte riveste un ruolo significativo nella storia culturale di Bruxelles, poiché celebra uno dei suoi più illustri figli adottivi, René Magritte. L’artista è nato a Lessines, in Belgio, ma ha trascorso gran parte della sua vita e della sua carriera artistica nella capitale belga, dove ha sviluppato il suo stile distintivo e ha creato molte delle sue opere più famose.

bruxelles in quattro giorni

Museo degli Strumenti Musicali

Situato in un magnifico edificio Art Nouveau, il museo non solo offre una vasta esposizione di strumenti musicali, ma anche una panoramica sulla storia della musica e sull’evoluzione degli strumenti nel corso dei secoli. L’edificio che ospita il Museo degli Strumenti Musicali è un esempio straordinario di architettura Art Nouveau, con la sua facciata decorata con dettagli floreali, vetrate colorate e linee sinuose che caratterizzano lo stile distintivo di questo periodo artistico.

Il Museo degli Strumenti Musicali ha anche un bellissimo bar con terrazza, aperto anche a coloro che decidono di non visitare il Museo. Ti basterà segnalare che vuoi semplicemente prendere un caffé al bar ed è fatta.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio Preferita: Se sei un'amante dell'Art Nouveau come me, è possibile acquistare l'Art Nouveau Pass, che include l'ingresso a tre edifici modernisti di Bruxelles. Oltre al Museo degli Strumenti Musicali, ti consiglio di visitare il Museo Horta, l'Hotel Van Eetvelde e la bellissima Maison Hannon. Credimi, ti lasceranno senza fiato.
bruxelles in quattro giorni
bruxelles in quattro giorni

Atomium

Vuoi sapere cosa vedere a Bruxelles alla fine del tuo viaggio? L’Atomium, ovviamente! E’ stato costruito nel 1958 per l’Esposizione Universale di Bruxelles, che celebrava il progresso scientifico e tecnologico del XX secolo. L’Atomium è caratterizzato da nove sfere metalliche collegate da tubi, che rappresentano gli atomi di un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. Questa attrazione è stata una pietra miliare dell’architettura moderna e un esempio straordinario di design innovativo e visionario.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio Preferita: Personalmente, non sono rimasta così colpita dalla mia visita all'Atomium. Tuttavia, è uno dei simboli della città e quindi va assolutamente visitato. Per questo motivo, ti consiglio di dedicare alla visita al massimo un'ora e inserirla nell'ultimo giorno del tuo itinerario a Bruxelles. In questo modo, non toglierai tempo prezioso ad attrazioni più belle.
bruxelles in quattro giorni

Bruxelles Cosa Vedere il Quarto Giorno

Ma cosa vedere a Bruxelles il quarto giorno? Beh, dopo tre giorni alla scoperta di Bruxelles, ti consiglio di dedicare il quarto giorno alla visita di due paesi nel cuore delle Fiandre: Bruges e Gand. Queste due città ti stupiranno per la loro bellezza e fascino medievale. Credimi, sarà come fare un viaggio nel passato, tra castelli, streghe e tanto altro.

Ti consiglio di dedicare la mattinata alla visita di Bruges, dal momento che tante attività commerciali a Bruges chiudono dopo le 18. Pianifica la tua visita a Gand nel pomeriggio, nella stessa giornata. Gand, anche chiamata Gent, è una città universitaria e la sera si anima con la sua movida.

bruges cosa fare
bruges cosa vedere

Visita a Bruges

Bruges, conosciuta come la “Venezia del Nord“, è una città incantevole e storica situata nella regione delle Fiandre occidentali del Belgio, a circa un’ora di treno da Bruxelles. La sua storia ricca e affascinante, le sue pittoresche vie la sua architettura medievale la rendono una tappa obbligata per i turisti che visitano il Belgio. Oggi, Bruges è riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e continua ad attrarre turisti da tutto il mondo con il suo fascino senza tempo.

L’architettura di Bruges è un magnifico esempio del periodo medievale, con molte delle sue strutture originali ancora intatte. La città è caratterizzata da strette vie lastricate, canali serpeggianti, case a graticcio e splendidi edifici gotici e rinascimentali. Tra le sue attrazioni più famose vi sono la Piazza del Mercato (Markt), la Basilica del Sangue Sacro, il Campanile Belfort e il municipio gotico.

Per aiutarti ad organizzare la tua visita a Bruges al meglio, ho preparato una guida gratuita molto dettagliata. Ti consiglio di leggerla per avere un’idea più chiara di cosa vedere a Bruges in un giorno.

Leggi anche: Cosa vedere a Bruges in un giorno

bruxelles in quattro giorni
bruxelles in quattro giorni

Visita a Gand

Situata nella regione delle Fiandre orientali, a soli 30 minuti di treno da Bruxelles, Gand è ricca di storia e offre una vasta scelta di cose da vedere. L’architettura di Gand è un magnifico miscuglio di stili, che spaziano dal gotico al rinascimentale, dal barocco al neogotico. La città è caratterizzata da imponenti torri, maestose chiese, eleganti palazzi e pittoresche vie lastricate. Attrazioni come il Castello dei Conti, la Cattedrale di San Bavone e il campanile Belfort sono solo alcune delle meraviglie che potrai ammirare!

Potrai passeggiare lungo i suoi pittoreschi canali, visitare i suoi musei e gallerie d’arte, assaggiare la sua rinomata cucina e godere della sua vivace vita notturna. Insomma, se stai cercando cosa vedere a Bruxelles e dintorni, devi assolutamente inserire una visita a Gand.

Bruxelles Cosa Vedere: Ora Tocca a Te!

Eccoci arrivate alla fine della nostra guida dedicata a cosa vedere a Bruxelles. In questo articolo, abbiamo scoperto cosa vedere a Bruxelles e dintorni in quattro giorni, tra diversi stili architettonici e fascino senza tempo. In particolare, abbiamo scoperto cosa vedere a Bruxelles a piedi, in un itinerario dettagliato suddiviso per quartieri. Se stai organizzando un viaggio nelle Fiandre e in Belgio, leggi anche:

Spero che questa guida gratuita ti sia utile per scoprire cosa vedere a Bruxelles senza impazzire. Se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio in Belgio o in giro per il mondo, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune informazioni ed io mi occuperò di tutto il resto. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Come sempre, ti aspetto nei commenti.

Un abbraccio,

Marianna

Ti potrebbe piacere...

Articoli Popolari...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *