regno unito scozia viaggi

Castello di Edimburgo: Tutto Quello Che Devi Sapere

Ciao e benvenuta in un nuovo articolo dedicato al Castello di Edimburgo, uno dei simboli della Capitale della Scozia. In particolare, ti racconterò le storie e delle leggende che si nascondono tra le sue mura, contribuendo al suo fascino. Ti anticipo che ti parlerò anche di fantasmi e fenomeni paranormali. Beh, non perdiamoci in chiacchiere ed entriamo nel vivo del nostro articolo dedicato al Castello di Edimburgo. Sei pronta? Iniziamo!

Ciao, Sono Marianna

Prima di entrare nel vivo della nostra guida gratuita dedicata al Castello di Edimburgo, mi presento. Mi chiamo Marianna, sono Consulente di Viaggio per CartOrange e Travel Blogger. Sono la fondatrice di The Wine Travelist, il blog dedicato agli itinerari di viaggio, di cibo e di vino in giro per il mondo.

In questo Blog, troverai tante Guide Gratuite per organizzare il tuo viaggio in Italia o all’estero senza impazzire. Vista la mia esperienza come viaggiatrice di lunga data e come Consulente di Viaggio, nelle mie Guide troverai solo consigli pratici e utili per organizzare i tuoi itinerari. Ovviamente, sempre alla ricerca di luoghi meno turistici e nascosti.

Inoltre, se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio ricco di esperienze indimenticabili, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune semplici indicazioni ed io mi occuperò di organizzare il tuo prossimo viaggio in Scozia o in giro per il mondo, senza farti impazzire. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Introduzione al Castello di Edimburgo

Benvenuta nel magico mondo del Castello di Edimburgo, un’icona indiscussa della storia scozzese. La sua imponente presenza fa sì che sia possibile ammirare il Castello di Edimburgo dalla maggior parte dei luoghi della Old Town. Situato su una roccia vulcanica nel cuore di Edimburgo, il castello offre una vista mozzafiato sulla città e sul panorama circostante. Oggi, il Castello di Edimburgo è una delle principali attrazioni turistiche della città, attirando visitatori da tutto il mondo desiderosi di immergersi nella sua storia ricca e affascinante.

Ma le sue origini risalgono a oltre 1.000 anni fa, con i primi insediamenti che risalgono almeno al XII secolo. Sin dalla sua fondazione, il Castello di Edimburgo ha svolto un ruolo fondamentale nella storia della Scozia. Infatti, è stato residenza reale, fortezza difensiva e simbolo di potere. Nel corso dei secoli, il castello è stato teatro di numerosi eventi storici cruciali, inclusi assedi, battaglie e intrighi politici.

castello-di-edimburgo
castello-di-edimburgo

Storia del Castello di Edimburgo

La storia del Castello di Edimburgo affonda le sue radici in epoche antiche. Infatti, le evidenze archeologiche suggeriscono una presenza umana su Castle Rock già a partire dal IX secolo a.C. Grazie alla sua posizione sopraelevata rispetto al resto della città, si ritiene che il Castello di Edimburgo fosse un punto strategico di incontro e commercio. In particolare, gli scambi sulla collina avvenivano tra gli abitanti locali e gli invasori romani. A testimonianza di ciò, sono stati ritrovati dei reperti romani, tra cui e spille e ceramiche.

Il Castello di Edimburgo Nel Periodo Romano

Durante il periodo romano, la Scozia era conosciuta come Caledonia. Durante questo periodo, in Scozia arrivarono le legioni romane, che provarono a conquistare il Paese. Nonostante i ripetuti attacchi, i romani incontrarono resistenza da parte delle popolazioni locali, che abitavano la zona di Castle Rock. Si ipotizza che sulla collina potesse sorgere anche una torre circolare di difesa, per garantire un’ulteriore protezione ai residenti.

Il Castello di Edimburgo Nel Medioevo

Nel corso del Medioevo, il Castello di Edimburgo divenne sempre più importante dal punto di vista politico e militare. I primi documenti scritti risalgono al XII secolo, con la convocazione di assemblee reali e la costruzione di strutture difensive. Nel XV secolo, durante le Guerre d’indipendenza scozzesi, il castello fu teatro di assedi e scontri con gli inglesi, segnando un periodo di instabilità e conflitto.

Infatti, il XVI secolo vide il castello coinvolto in eventi significativi, tra cui l’ascesa al trono di Maria Stuarda e le lotte di potere tra scozzesi e inglesi. L’assedio e la difesa del Castello durante questo periodo furono cruciali per la storia della Scozia e della monarchia.

Il Castello di Edimburgo e le Lotte Con I Covenantes

Nel XVII secolo, il castello subì ulteriori danni durante la guerra civile e le lotte tra i sostenitori del re e i convenanters presbiteriani. Le riparazioni e le modifiche strutturali continuarono nel XVIII secolo, con l’aggiunta di nuove fortificazioni e la trasformazione del castello in un punto di riferimento per la difesa della città.

Nel corso della storia moderna, il castello perse la sua funzione militare e divenne un monumento nazionale, aperto al pubblico e gestito dalle autorità culturali. Nel XX secolo, durante le due guerre mondiali, il castello fu utilizzato come prigione provvisoria, riflettendo il suo ruolo storico e strategico.

castello-di-edimburgo
castello-di-edimburgo

Cosa Vedere Nel Castello di Edimburgo

Il Castello di Edimburgo si erge su tutta la città, in cima ad una roccia vulcanica, chiamata Castle Rock. Grazie alla sua bellezza e al suo fascino senza tempo, è una delle attrazioni più visitate della città e della Scozia. Proseguendo su Royal Mile, raggiungerai il piazzale antistante il Castello, dal quale potrai ammirare una vista strepitosa sulla città. Prima di entrare nel Castello di Edimburgo, fermati ad ammirare il portone di ingresso, un tempo usato con fini di difesa. Ma quindi, cosa vedere nel Castello di Edimburgo?

One O Clock Gun

Il Cannone dell’Una, noto come One O’Clock Gun, è una tradizione radicata nel cuore del Castello di Edimburgo. Dal 1861, ogni giorno all’una del pomeriggio, viene sparato un colpo a salve dal cannone per segnare l’ora. L’origine di questa pratica risale al XIX secolo. Durante questo periodo, le navi mercantili in mare aperto dipendevano dal segnale orario del castello, per regolare i propri orologi. In questo modo, potevano navigare in sicurezza.

Il cannone si trova in uno dei punti panoramici del Castello, offrendo una vista spettacolare su Edimburgo. Grazie a un sofisticato sistema di precisione, il colpo viene sparato esattamente all’una, garantendo un segnale orario affidabile per residenti e visitatori. Oggi, è un’icona della città e una celebrazione della sua storia marittima.

Leggi anche: Old Town Edimburgo: Tutto Quello Che Devi Sapere

I Gioielli Della Corona di Scozia

Le prime tracce storiche dei Gioielli della Corona di Scozia risalgono al XII secolo. Tra i gioielli più celebri conservati nel Castello di Edimburgo, potrai ammirare la Corona di Scozia. E’ stata realizzata nel 1540 per il re Giacomo V. Questa corona, impreziosita da pietre preziose e ornamenti elaborati, è stata indossata da diversi sovrani scozzesi durante le cerimonie di incoronazione. Accanto alla corona, puoi ammirare lo Scettro di Scozia, simbolo del potere regale e della sacralità della monarchia scozzese.

La collezione dei Gioielli della Corona di Scozia comprende anche altri oggetti preziosi, come la Spada di Stato e la Pietra di Scozia. Ogni pezzo racconta una parte della storia della monarchia scozzese e della sua eredità culturale. Ovviamente, non aspettarti lo stesso numero di gioielli che puoi ammirare nella Tower Of London, a Londra. Infatti, si tratta di un’esposizione abbastanza ridotta, ma non per questo meno affascinante.

castello-di-edimburgo
castello-di-edimburgo

La Sala Grande

La Sala Grande, o Great Hall, è un esempio superbo di architettura medievale del XVI secolo. Costruita per volere di re Giacomo IV nel 1511, rappresenta un’importante testimonianza del potere della monarchia scozzese dell’epoca. Con una lunghezza di oltre 29 metri e un’altezza di 12 metri, la Sala Grande è una struttura imponente. Il suo soffitto a cassettoni in legno si eleva sopra un pavimento lastricato, che ha visto passare re, regine e nobili di ogni epoca.

Durante i secoli, la Sala Grande ha avuto diversi ruoli cruciali nella vita del Castello e della Scozia stessa. In passato, ha ospitato cerimonie di corte, ricevimenti reali, banchetti e incontri politici di rilevanza nazionale ed internazionale. Tra gli eventi più importanti, spicca l’incoronazione di re Carlo I nel 1633. Durante questa occasione, la Sala Grande ha ospitato una festa in pompa magna, che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del castello e del Paese.

Le Prigioni

Le prigioni del Castello di Edimburgo sono state utilizzate per secoli come luogo di detenzione per criminali, prigionieri politici e di guerra. Una delle prigioni più antiche è il Bottle Dungeon. Si tratta di una cella sotterranea dove i prigionieri venivano gettati e lasciati a marcire. Le condizioni disumane e il totale isolamento facevano sì che molti prigionieri non sopravvivessero a lungo.

Un’altra prigione del Castello di Edimburgo particolarmente famosa è quella dei Martiri, che ospitava i prigionieri religiosi durante Riforma scozzese. Qui, i sostenitori della Chiesa cattolica romana venivano imprigionati e spesso torturati per la loro fede. Le storie di coraggio e sacrificio di questi martiri sono state tramandate attraverso i secoli, diventando parte integrante del folklore scozzese.

Durante il XVII secolo, il castello fu teatro di un periodo oscuro della storia scozzese conosciuto come le Guerre dei Convenantes. Durante questo periodo, le prigioni del castello erano sovraffollate di prigionieri che venivano imprigionati per le loro convinzioni religiose. Uno dei prigionieri più famosi del Castello di Edimburgo fu Sir William Wallace. Si trattava di un leggendario eroe scozzese che combatté per l’indipendenza del suo paese, contro l’Inghilterra nel XIII secolo. Wallace fu catturato e imprigionato nel castello prima di essere giustiziato pubblicamente nel 1305. La sua figura eroica e il suo sacrificio sono ancora celebrati oggi in Scozia.

Nel corso dei secoli successivi, le prigioni del Castello di Edimburgo furono utilizzate in varie occasioni, fino a quando, nel XIX secolo, furono finalmente chiuse e convertite in attrazioni turistiche. Oggi, i visitatori possono esplorare le oscure celle delle prigioni, immergendosi nella storia travagliata della Scozia e riflettendo sulle sofferenze e sulle tragedie vissute dai prigionieri del passato.

La Cappella di Santa Margherita

La storia della Cappella di Santa Margherita è avvolta nel mistero. Costruita nel corso del XII secolo, si ritiene che abbia avuto un ruolo importante nella vita religiosa e politica del tempo. Il suo nome deriva dalla regina Margherita di Scozia, che visse nel XI secolo. La cappella è di dimensioni ridotte e molto semplice, con muri in pietra. All’interno della Cappella di Santa Margherita puoi ammirare un antico altare, che conserva tracce della sua bellezza e spiritualità.

La Cappella di Santa Margherita ha giocato un ruolo significativo nella storia di Edimburgo e della Scozia. Era una delle poche strutture in pietra all’interno del Castello durante il Medioevo, luogo di preghiera per i re e la nobiltà scozzese. Durante i secoli, la cappella ha ospitato incoronazioni, matrimoni e funerali reali. La sua presenza continua a evocare un senso di sacralità e venerazione, testimoniando la tradizione religiosa della Scozia.

castello-di-edimburgo

I Punti Panoramici

Grazie alla sua posizione strategica, il Castello di Edimburgo offre numerosi punti panoramici, sparsi in tutta la sua superficie. Infatti, si tratta di un Castello davvero molto grande, che permette di avere una vista a 360 gradi sulla città di Edimburgo. In particolare, già nel momento in cui varcherai l’ingresso, ti renderai conto che ogni angolo di questo luogo è perfetto per scattare foto indimenticabili.

Uno dei punti panoramici del Castello di Edimburgo più frequentati si trova nei pressi del One O’ Clock Gun. Infatti, da qui potrai godere di una vista sullo skyline di Edimburgo e sul cimitero dei cani, che si trova all’interno del Castello. Un altro punto panoramico che ho apprezzato particolarmente, si trova di fronte alla Cappella di Santa Margherita. Infatti, potrai scattare una foto al panorama, inquadrando anche la porta di ingresso alla Cappella. Credimi, scatterai una foto mozzafiato. Ovviamente, il Castello di Edimburgo è ricco di punti panoramici. Dedica del tempo nell’esplorazione e nella loro ricerca, non te ne pentirai.

Orari di Apertura Castello di Edimburgo

Puoi acquistare i biglietti di ingresso direttamente sul sito ufficiale del Castello di Edimburgo. Per evitare le lunghe code all’ingresso, ti consiglio di acquistare il biglietto con un po’ di anticipo. In questo modo, sarai sicura di riuscire ad entrare e soprattutto eviterai lunghe ore in attesa. Il biglietto può essere acquistato solo online. Infatti, non è presente alcuna biglietteria all’ingresso del Castello.

Tuttavia, una volta acquistato il ticket di ingresso sul sito ufficiale, potrai decidere se scegliere la modalità di invio del biglietto in pdf direttamente nella tua casella email, oppure optare per la versione per la stampa cartacea. In quest’ultimo caso, dovrai recarti agli uffici all’ingresso del Castello di Edimburgo con il codice di prenotazione e richiedere la stampa gratuita. Onestamente, ti consiglio di optare per la prima opzione, essendo più rapida ed ecologica.

Le Leggende sul Castello di Edimburgo

Come ogni Castello che si rispetti, anche quello di Edimburgo è legato a miti e leggende, più o meno veritiere. Infatti, la storia tumultuosa che lega la città di Edimburgo al Castello ha contribuito alla creazione di miti e leggende. Infatti, si dice che il Castello sia infestato da numerosi spiriti e fantasmi. Queste leggende risalgono a secoli fa e sono state tramandate attraverso le generazioni.

In ogni caso, bisogna ammettere che, in passato, molte persone che hanno visitato il castello hanno segnalato il verificarsi di esperienze paranormali. Tra queste, sono stati segnalati avvistamenti di figure spettrali, sensazioni di freddo improvviso o rumori insoliti.

Infatti, si crede che le anime di coloro che hanno vissuto e sono morti nel castello possano ancora vagare tra le sue mura, incapaci di trovare pace. Molti ricercatori del paranormale hanno condotto indagini all’interno del Castello di Edimburgo, utilizzando strumenti come apparecchiature per la registrazione audio e video, termometri per misurare cambiamenti improvvisi di temperatura e sensori per rilevare campi elettromagnetici anomali. Anche se non ci sono prove scientifiche definitive di attività paranormale, molti continuano a credere che il castello sia infestato da spiriti. Ma quali sono le leggende più conosciute?

Il Fantasma del Suonatore di Cornamusa

Una delle leggende più famose è quella del fantasma di un suonatore di cornamusa. Si dice sia stato avvistato nella prigione del castello, durante una notte di pioggia. Secondo la leggenda, il suonatore era stato imprigionato per tradimento e fu condannato a morte. Tuttavia, prima di essere giustiziato, promise di suonare la sua cornamusa per sempre dalle mura del castello. Si racconta che il suo spirito ancora vaga nei corridoi del castello, con il suono della cornamusa che si sente di tanto in tanto nelle notti più tranquille.

Il Fantasma del Cane Grigio

Un’altra leggenda legata al castello riguarda il fantasma di un cane grigio, che vaga nei sotterranei. Si narra che questo cane fosse il fedele compagno di un prigioniero condannato a morte. Durante il periodo di detenzione del padrone, il cane rimase al suo fianco, vegliando sulla sua cella. Quando il padrone fu giustiziato, si dice che il cane morì di dolore. Da allora, il fantasma del cane sia stato avvistato nei sotterranei del castello, ancora alla ricerca del suo padrone.

Il Fantasma Senza Testa

Una delle leggende più affascinanti associate al Castello di Edimburgo riguarda il fantasma della “Testa del Cancello” (Gatehouse Ghost). Si dice che il fantasma di un soldato decapitato vaghi per il castello, in cerca della sua testa. La leggenda narra che il soldato fosse stato condannato a morte per tradimento e che la sua testa tagliata fosse stata posta sopra il cancello del castello come monito. Da allora, il fantasma del soldato cerchi incessantemente la sua testa, disturbando i visitatori del Castello.

castello-di-edimburgo

Cosa Vedere Nel Castello di Edimburgo: Ora Tocca a Te!

Eccoci arrivate alla fine della nostra guida dedicata a cosa vedere nel Castello di Edimburgo. In questo articolo, abbiamo scoperto i segreti e le leggende che si nascondono tra le mura del Castello di Edimburgo, che contribuiscono al suo fascino. Inoltre, abbiamo scoperto l’importante ruolo del Castello durante l’epoca passata, che ha fatto sì che la città di Edimburgo fosse conosciuta anche ai giorni nostri. Potrebbe anche interessarti:

Spero che questa guida gratuita ti sia utile per scoprire cosa vedere nel Castello di Edimburgo senza impazzire. Se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio in Scozia o in giro per il mondo, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune informazioni ed io mi occuperò di tutto il resto. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Come sempre, ti aspetto nei commenti.

Un abbraccio,

Marianna

Ti potrebbe piacere...

Articoli Popolari...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *