europa italia lazio roma roma nascosta viaggi

Centrale Montemartini a Roma: Una Perla Nascosta

Ciao e benvenuta in un nuovo articolo dedicato a Roma Nascosta. Oggi ti porto con me alla scoperta della Centrale Montemartini a Roma, un museo molto particolare. In particolare, scoprirai la storia della Centrale Montemartini, dal suo passato come centrale elettrica fino alla sua conversione in uno dei più particolari musei a Roma.

In questo articolo, faremo un viaggio virtuale tra sarcofagi e gioielli ritrovati tra i tanti scavi archeologici in giro per la città. La storia della Centrale Montemartini come centrale elettrica è un capitolo affascinante della storia di Roma, un percorso che va dalla nascita della modernità industriale alla sua trasformazione in un’icona culturale.

Credimi, sarà un vero viaggio nel tempo, che ti farà rivivere la Roma antica, in chiave moderna. Beh, direi di non perdere altro tempo. Entriamo nel vivo della nostra guida dedicata a cosa vedere alla Centrale Montemartini a Roma. Sei pronta? Iniziamo!

La Storia della Centrale Montemartini a Roma

La storia della Centrale Montemartini inizia nel lontano 1912, quando fu costruita una moderna centrale termoelettrica nella zona industriale di Ostiense. Il suo compito originario era fornire energia elettrica a una crescente Roma del XX secolo. Immagina la frenesia dell’attività industriale mentre la città si preparava a scoprire il potere e l’importanza dell’elettricità!

centrale montemartini a roma

La Centrale Montemartini come Centrale Elettrica

Costruita per rispondere alla crescente domanda di energia elettrica della città, la centrale rappresentava un baluardo della modernità. Le sue maestose strutture di mattoni e le imponenti turbine erano la risposta all’espansione della società romana nell’era dell’elettricità.

Per decenni, la Centrale Montemartini svolse un ruolo cruciale nell’alimentare la vita quotidiana di Roma con energia elettrica. Le sue macchine elettriche, mosse dalla forza della vapore, trasformavano carbone e acqua in energia, alimentando l’illuminazione pubblica, le industrie e le abitazioni della città eterna. Insomma, in quegli anni, la centrale diventò un simbolo di progresso tecnologico e di modernizzazione.

Durante gli anni ’30 e ’40, la Centrale Montemartini sperimentò notevoli avanzamenti tecnologici. Le macchine elettriche furono costantemente migliorate, e la centrale divenne un centro di innovazione nella produzione elettrica. Questo periodo di intensa attività tecnologica e industriale contribuì a plasmare la storia della centrale, rendendola un elemento fondamentale nella fornitura di energia a una Roma in costante crescita.

Con il passare degli anni, l’evoluzione tecnologica portò a una transizione verso fonti di energia più moderne, segnando il declino della Centrale Montemartini come centrale elettrica attiva. Nel 1970, l’impianto chiuse definitivamente i battenti, dando il via a una nuova fase della sua esistenza.

centrale montemartini a roma
centrale montemartini a roma

La Centrale Montemartini come Museo

Ora, chi avrebbe mai pensato che questa centrale elettrica avrebbe un giorno ospitato opere d’arte? Il punto di svolta avvenne nel 1997, quando la Centrale Montemartini chiuse i battenti come impianto di produzione di energia. Dopo tanto lavoro, Roma aveva questa grande centrale elettrica che non era più utilizzabile. Proprio per questo motivo, la famosa Centrale Montemartini è stata trasformata in un museo straordinario, una fusione unica tra la potenza industriale e l’eleganza artistica.

Ho visitato la Centrale Montemartini in un freddo pomeriggio di gennaio, mentre ero alla scoperta di nuovi luoghi nascosti in giro per Roma nei quali organizzare i miei tour guidati. Ah, il mio folle amore per Roma mi ha portato a diventare organizzatrice di tour guidati in giro per Roma, durante i quali porto i miei ospiti alla scoperta delle emozioni e della bellezza che solo questa città sa offrire. Ne approfitto per dirti che se vuoi partecipare ad uno dei miei tour guidati in giro per Roma, ti basterà inviare una email a thewinetravelist@gmail.com. Sarò felice di portarti con me alla scoperta delle chicche nascoste in giro per la città!

Ma torniamo a noi. Come ti raccontavo, era da tanto tempo che avrei voluto visitare la Centrale Montemartini e finalmente ce l’avevo fatta. La cosa che mi ha affascinato di più della Centrale Montemartini è stata proprio la sua fusione tra l’antica Roma e la Roma che si affacciava alla modernità.

Grazie al lavoro di tutte le persone coinvolte nella creazione di questo progetto, la Centrale Montemartini è stata fin da subito organizzata come un museo itinerante ed immersivo. Infatti, le opera d’arte sono posizionate tra i corridoi delle antiche stanze utilizzate per l’attività della Centrale elettrica. Ad esempio, osserverai reperti dell’antica Roma nella stanza che in passato ospitava le grandi caldaie. Pazzesco!

centrale montemartini a roma mostra permanente

Centrale Montemartini e la Sua Collezione Permanente

Dopo questa introduzione, lascia che ti introduca al cuore della Centrale Montemartini: la sua collezione permanente. Qui, l’incontro tra antiche statue romane e imponenti macchine industriali crea un’atmosfera unica. In particolare, i marmi antichi si mescolano con le pesanti strutture metalliche, creando un dialogo tra passato e presente.

La struttura del Museo Centrale Montemartini

Il percorso si snoda attraverso quattro grandi sale, per una superficie di circa 3000 metri quadri. Nel Museo della Centrale Montemartini a Roma troverai circa 400 reperti archeologici appartenenti all’età romana, tra cui statue, sarcofagi, mosaici e rilievi decorati.

I reperti appartengono alla collezione dei Musei Capitolini e sono riconducibili a due principali scavi archeologici avvenuti nella città di Roma: quando Roma fu definita Capitale d’Italia e quando ci fu la salita al potere del Fascismo. Quindi, fu proprio durante questi due grandi momenti che Roma fu oggetto di profondi scavi e ricerche.

montemartini statue
centrale montemartini a roma rilievi

Opere d’arte in esposizione

Inizia il tuo percorso esplorando le meraviglie artistiche che decorano gli spazi della Centrale Montemartini. Dipinti, sculture e opere d’arte provenienti da diverse epoche e stili si fondono in un’affascinante sinfonia visiva. Soffermati sui reperti archeologici trovati duranti gli scavi in giro per Roma, come ad esempio i sarcofagi o le statuette nuziali trovate durante gli scavi della Stazione Termini.

Sei circondata da capolavori di artisti rinomati, ognuno con una storia unica da raccontare. L’arte qui cattura l’essenza di epoche passate e ti offre una prospettiva unica sulla ricca storia culturale di Roma. Fermati ad osservare i dettagli delle statue raffiguranti scene di vita nobiliare durante l’epoca romana. Credimi, rimarrai esterrefatta dalla bellezza e dalla cura nei dettagli.

centrale montemartini a roma collezione permanente

Ruolo delle macchine industriali nell’esposizione

Alzando gli occhi, noterai l’imponente presenza delle macchine industriali che, in modo sorprendente, diventano parte integrante dell’esposizione. Queste enormi strutture metalliche forniscono uno sfondo unico alle opere d’arte circostanti.

Tuttavia, le macchine industriali non sono solo elementi di arredo; sono protagonisti che narrano la storia della trasformazione di questo luogo da centrale elettrica a un’eclettica galleria d’arte. Infatti, la loro presenza sottolinea il connubio tra il mondo industriale e l’espressione artistica, offrendoti una visione unica dell’interazione tra due mondi apparentemente opposti.

centrale montemartini a roma treni
treni alla centrale montemartini a roma

Punti salienti della collezione

Nel percorrere le sale della Centrale Montemartini, scoprirai opere straordinarie provenienti dai Musei Capitolini. Statuette, bassorilievi e sculture ritornano alla vita in un contesto insolito. Continuando il tuo viaggio attraverso la collezione permanente, incontrerai alcuni punti salienti che cattureranno la tua attenzione.

Potrai scoprire opere di artisti locali che riflettono la bellezza della cultura romana e internazionale. Insomma, ogni angolo riserva una sorpresa, e ogni passo ti avvicina a una comprensione più profonda della diversità artistica esposta in questo luogo unico.

Inoltre, al piano terra potrai entrare in una intera sala dedicata alla esposizione delle tre vetture appartenenti al treno di Pio IX, risalenti al 1858. Grazie a questa possibilità, potrai osservare da vicino tutti i dettagli delle bellissime carrozze dei treni del 1800, famosi per la loro eleganza. Infine, sempre al piano terra potrai osservare da vicino un antico mosaico di circa 80 mq che racconta scene di caccia, risalente al IV secolo d.C.

centrale montemartini a roma cosa vedere
mic card cosa vedere

Come Visitare La Centrale Montemartini a Roma

La Centrale Montemartini apre le sue porte per accoglierti dal martedì alla domenica. La buona notizia? Puoi spaziare tra le incredibili esposizioni dalle 9:00 alle 19:00. Tuttavia, fai attenzione agli orari particolari durante le festività o gli eventi speciali. Mi raccomando, dai sempre un’occhiata al sito web ufficiale per le ultime informazioni sugli orari di apertura.

Costo del Biglietto

Il coto del biglietto per visitare la Centrale Montemartini a Roma è diverso per i residenti a Roma e i non residenti. Tuttavia, se sei in possesso della MIC Card, l’ingresso al Museo della Centrale Montemartini a Roma è gratuito. Personalmente, ho visitato il Museo gratuitamente proprio grazie alla MIC Card. Quindi, se ancora non l’hai sottoscritta, ti consiglio di farlo il prima possibile.

Per semplicità, ti riporto qualche informazione sulle diverse tariffe per accedere al Museo, ma ti consiglio di dare sempre un’occhiata al sito ufficiale per le informazioni aggiornate.

Solo Museo, preacquisto ONLINE:
- intero € 9,00
- ridotto € 6,50
Per i residenti in Roma Capitale e nell’area metropolitana (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza):
intero € 6,50
ridotto € 5,50
Capitolini Card
Valida 7 giorni, include valida 7 giorni, include Musei Capitolini + Centrale Montemartini, da pagare l'integrazione prevista per le mostre in corso
Preacquista ONLINE:
intero non residente € 13,50
ridotto non residente € 11,50
Per i residenti in Roma Capitale e nell’area metropolitana (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza):
intero € 12,50
ridotto € 10,50

Fonte: www.centralemontemartini.org

cosa vedere a montemartini
statue

Informazioni Pratiche

E ora, qualche suggerimento per rendere la tua visita ancora più speciale. Innanzitutto, indossa scarpe comode. Le sale della Centrale Montemartini sono ampie e piene di sorprese, quindi preparati a camminare. Non dimenticare la tua macchina fotografica; sarai circondato da un mix unico di opere d’arte e macchinari industriali che meritano di essere immortalati.

Inoltre, prenditi il tempo di partecipare ai workshop o ai laboratori se ne hai l’opportunità. L’interattività è la chiave per vivere appieno questa esperienza, e potresti persino scoprire il tuo lato creativo!

Come Raggiungere la Centrale Montemartini

La Centrale Montemartini si trova a due passi dal cuore di Roma. La fermata più vicina è Ostiense (Linea B), e da lì è una breve passeggiata. Per coloro che preferiscono il fascino di una passeggiata, il museo è facilmente accessibile anche a piedi dalla stazione ferroviaria Ostiense.

centrale montemartini roma

Centrale Montemartini a Roma: Ora Tocca a Te!

Eccoci arrivate alla fine della nostra guida su cosa vedere alla Centrale Montemartini a Roma. In questo viaggio virtuale, abbiamo attraversato gli intricati corridoi di questa antica centrale elettrica, trasformata in un santuario dell’arte e della storia industriale.

Ci siamo trovate in un’atmosfera surreale, tra sculture antiche e giganteschi generatori di elettricità. Ogni passo ha portato a connessioni inaspettate tra arte e industria, tra passato e futuro. Spero che questo articolo abbia ispirato la tua curiosità, convincendoti a visitare la bellissima Centrale Montemartini a Roma.

Ricorda che la bellezza può nascere dai luoghi più inaspettati, e questo Museo ne è la prova vivente. Se vuoi scoprire altri luoghi inaspettati da visitare a Roma, dai un’occhiata alle Guide Gratuite che ho scritto per te:

Se vuoi ricevere un itinerario personalizzato per il tuo prossimo viaggio a Roma, manda una email a thewinetravelist@gmail.com. Sarò felice di aiutarti a rendere la tua visita a Roma indimenticabile. Invece, se vuoi organizzare e prenotare il tuo prossimo viaggio in giro per il mondo, chiedimi un preventivo. In quanto Consulente di Viaggio CartOrange, sarò felice di organizzare il tuo prossimo viaggio in giro per il mondo.

Ti aspetto nei commenti,

Marianna

Ti potrebbe piacere...

Articoli Popolari...

14 Comments

  1. Sono una grande appassionata di archeologia industriale ma non conoscevo questo museo e ora sento (forte forte!) il desiderio di visitarlo!
    Non riesco a pensare a niente di meglio di opere d’arte esposte in locali così avvicenti e, come se già questo non bastasse, i vagoni utilizzati da Pio IX sembrano davvero incredibili!

    1. Ciao Kri, anche per me è stata una vera scoperta. Erano anni che sognavo di visitarlo e quando ce l’ho fatta, sono davvero rimasta estasiata da tutta la sua bellezza. Mi raccomando, se ti dovesse capitare di passare per Roma, visitalo, perché ne vale davvero la pena!

  2. Marina says:

    Ho lavorato per qualche tempo in questo museo e lo amo tantissimo: è davvero una perla nascosta!

    1. Sì, io l’ho visitato per caso un pomeriggio e sono rimasta davvero incantata. Mi dispiace solo che non venga pubblicizzato molto, perché merita davvero una visita.

  3. Per me è stata una bellissima scoperta questo museo durante una delle notti ai musei coincisa con una mia visita a Roma. Un bellissimo accostamento tra moderno ed antico

    1. Ciao Claudia, a mio parere e’ uno dei musei piu’ particolari e belli di Roma. Secondo me, merita assolutamente una visita, soprattutto se si amano gli itinerari meno battuti. E’ davvero una bella chicca!

  4. Ammetto che qualcuno me ne aveva parlato ma non ho mai letto nulla al riguardo. Ora ho ben chiaro di cosa si tratti! Non c’è niente da fare, Roma ha delle perle nascoste davvero interessanti!

    1. Ciao Eliana, si e’ una piccola perla sconosciuta dalla maggior parte delle persone, ma anche dagli stessi romani! E invece, si tratta di uno dei musei più particolari di Roma… e inoltre, se hai la MIC Card, l’ingresso e’ gratuito!

  5. Ecco un altro luogo di Roma che devo ancora visitare! Sarà una bella scusa per tornarci, e dopo la visita una bella carbonara!

    1. Ciao Sara, si devi assolutamente inserire la Centrale Montemartini nel tuo itinerario a Roma. Ah, se vuoi qualche suggerimento su dove mangiare la migliore carbonara a Roma, scarica la mia Guida Gratuita, iscrivendoti alla Newsletter. 🙂

  6. La Centrale Montemartini per me è uno dei musei più belli di Roma, se non il più bello. L’accostamento tra le turbine in ghisa e il candore del marmo dell’arte classica è quanto di più bello contrastante, ma al tempo stesso estremamente armonioso, che si possa immaginare.

    1. Ciao Marina, vedo che la pensiamo davvero allo stesso modo. Io sono innamorata della Centrale Montemartini, a mio parere dovrebbe essere pubblicizzata molto di più, visto che tanti romani non l’hanno mai visitata!

  7. Che belle foto che hai fatto, la struttura si presta sicuramente a scatti fantastici e siccome non conoscevo questo posto, me lo segno subito, lo devo visitare. Tra l’altro mi interessa l’argomento e il contrasto tra industriale e classico è stupendo.

    1. Ciao Lara, e’ proprio il contrasto tra due tipologie di arte che affascina tantissimo anche me!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *