come organizzare un viaggio in giordania
asia giordania viaggi

Come organizzare un viaggio in Giordania: 10 consigli da non perdere

Ciao e benvenuta in un nuovo articolo dedicato a come organizzare un viaggio in Giordania.

La Giordania è una destinazione affascinante e ricca di storia, un vero paradiso per gli amanti della natura incontaminata. Se ami partire all’avventura per scoprire posti con paesaggi mozzafiato, allora un viaggio on the road in Giordania è quello che fa per te. In questo articolo, ti darò qualche consiglio su come organizzare un viaggio in Giordania per sfruttare al massimo tutto ciò che questo Paese ha da offrire.

In particolare, in questa guida ti fornirò 10 consigli utili basati sulla mia esperienza, che ti permetteranno di organizzare il tuo viaggio in Giordania on the road in maniera autonoma. Infatti, ti racconterò tutto quello che devi assolutamente sapere prima di partire per la Giordania, per poter vivere il tuo viaggio in sicurezza. Inoltre, ti mostrerò come organizzare un itinerario in Giordania perfetto per vivere la cultura locale. Infine, ti indicherò i migliori hotel dove dormire in Giordania per rapporto qualità – prezzo.

Ti avverto, sarà una guida abbastanza lunga. Quindi, mettiti comoda e preparati a scoprire come organizzare un viaggio in Giordania.

Sei pronta?

Iniziamo!

Come organizzare un viaggio in Giordania senza impazzire

La Giordania è una terra meravigliosa, che ti ruberà il cuore non appena vi metterai piede. Immagina di avere tante bellezze naturali in un unico Paese, tutte pronte ad essere scoperte. Infatti, un viaggio in Giordania on the road ti permetterà di passare dalla natura incontaminata del deserto del Wadi Rum alle distese di sale del Mar Morto. Muovendoti tra le città della Giordania, passerai dai caotici souk di Amman fino ad arrivare alla pace del Monte Nebo. E se sei un’amante della storia antica, potrai trascorrere ore passeggiando tra le rovine di Jerash, anche chiamata la Pompei d’Arabia. Inoltre, questo meraviglioso viaggio sarà accompagnato dalle note delle vivaci canzoni giordane, che potrai ascoltare nei bar e locali del Paese. E, come ogni viaggio enogastronomico che si rispetti, potrai dedicare buona parte del tuo itinerario alla scoperta dei cibi e delle bevande amate dai locals giordani. 

La Giordania è tutto questo e tanto altro. Per questo motivo, se stai organizzando un viaggio in Giordania, sappi che non te ne pentirai. 

Personalmente, ho trascorso 7 giorni in Giordania durante il mio viaggio on the road tra Giordania ed Israele, fatto in una torrida estate. Sono atterrata all’aeroporto di Amman, in Giordania, per poi rientrare in Italia con un aereo in partenza dall’aeroporto di Tel Aviv, in Israele. Credo che non potessi fare una scelta migliore. Infatti, l’arrivo e la partenza da due Paesi diversi mi ha permesso di vedere con i miei occhi due realtà estremamente diverse tra loro. 

Ti anticipo che ho organizzato il mio viaggio in maniera totalmente autonoma. Infatti, non chiedo mai aiuto alle agenzie di viaggio, poiché amo organizzare i miei itinerari da sola. Per questo motivo, utilizzerò la mia esperienza per aiutarti a capire come organizzare un viaggio in Giordania al meglio.

Come organizzare un viaggio in Giordania in autonomia

La prima cosa da fare è pianificare il tuo itinerario. La Giordania è un Paese relativamente piccolo, ma offre una grande varietà di attrazioni. Prima di tutto, devi scegliere quali sono le città e i luoghi che vuoi visitare e definire una rotta. Mi raccomando, prendi in considerazione anche i luoghi dell’enogastronomia giordana. Una volta definito il percorso, puoi passare alla scelta del periodo e alla durata del tuo viaggio, considerando le tue disponibilità. 

Una volta definito l’itinerario in Giordania, i giorni a tua disposizione e il periodo dell’anno in cui desideri partire, puoi passare alla “parte burocratica”. In particolare, ti aiuterò a capire quali documenti sono obbligatori e quali sono consigliati per entrare in Giordania. Inoltre, ti aiuterò ad individuare i migliori hotel dove dormire in Giordania spendendo poco.

Infine, da vera appassionata dell’enogastronomia, in questo articolo, ti fornisco una guida dettagliata su cosa mangiare in Giordania come una vera local. Inoltre, ti consiglio una serie di posti provati personalmente dove mangiare in Giordania con un ottimo rapporto qualità – prezzo. E per chiudere in bellezza, scoprirai cosa bere in Giordania per vivere un’esperienza a 360 gradi.

Bene, dopo questa dovuta introduzione, iniziamo la nostra guida su come organizzare un viaggio in Giordania.

Quali sono i principali luoghi di interesse da visitare in Giordania?

Grazie alle sue dimensioni abbastanza ridotte, la Giordania può essere visitata anche in un tempo abbastanza breve. Infatti, ti basterà prenotare un aereo in arrivo e in partenza dalla città di Amman per immergerti nella cultura di questo Paese. Io ho optato per un viaggio abbastanza lungo, che mi ha permesso di scoprire la Giordania in lungo e in largo. Tuttavia, mi sono ripromessa di tornare tra qualche anno, per visitare le chicche nascoste.  

viaggiare in giorgania:la guida completa

Se hai a disposizione almeno una settimana, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida su cosa vedere in Giordania in sette giorni. In questo articolo, ti racconto dettagliatamente il mio itinerario di sette giorni in Giordania, tra natura e città. Il mio itinerario parte e finisce ad Amman. Infatti, ho attraversato il confine tra la Giordania ed Israele proprio partendo dalla capitale della Giordania. Ammetto che non è stato per niente facile, ma tranquilla te ne parlerò in un articolo dedicato.

Invece, se hai a disposizione meno di una settimana, ti consiglio di organizzare il tuo itinerario in Giordania considerando i luoghi più importanti. Per aiutarti a scegliere, ecco a te i principali luoghi che devi assolutamente visitare in Giordania.

Leggi anche: Cosa vedere in Giordania in sette giorni

Petra

Petra è un antico sito archeologico, considerato uno dei tesori più preziosi della Giordania. L’imponente città rosa scavata nella roccia è stata la capitale del regno nabateo, donando splendore all’intero Paese. Petra è diventata famosa in tutto il mondo per il suo Tesoro, che è stato proclamato una delle sette meraviglie del mondo. Tuttavia, Petra non è solo questo. Infatti, stiamo parlando di una città a tutti gli effetti, che continua ad ospitare le famiglie di beduini che sono nate e cresciute qui.

thewinetravelist davanti al Tesoro di Petra all'alba

Durante il mio viaggio a Petra, ho avuto modo di conoscere un anziano beduino, che ha trascorso a Petra la sua intera esistenza. Questo signore mi ha raccontato la sua vita tra le cave della città rosa, nelle quali è cresciuto ed è andato a scuola. Le storie che si nascondono tra le rocce rosa della città di Petra ti lasceranno senza fiato. Per non parlare dei suoi paesaggi!

Beh, potrei parlare di Petra e del suo fascino per ore intere. Per questo motivo, sto preparando un articolo dettagliato su cosa vedere a Petra in due giorni. In questa guida, ti porterò alla scoperta della storia e dei racconti che si celano tra le mura di questa magica città. Per essere aggiornata sulla pubblicazione della guida, ti consiglio di iscriverti a Mondo, la newsletter che ti racconta tutte le cose belle del nostro pianeta.

Inoltre, iscrivendoti adesso avrai in regalo l’ebook gratuito per il tuo viaggio in Giordania!

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gratuitamente l’Agenda di Viaggio per la Giordania

Ricevi gratuitamente un’Agenda di viaggio personalizzata per il tuo prossimo viaggio on the road in Giordania e parti alla scoperta delle bellezze di questo meraviglioso Paese!

Mar Morto

Situato nella valle del Giordano, il Mar Morto è famoso per la sua alta concentrazione di sale, che permette ai visitatori di galleggiare sulla sua superficie. Il Mar Morto è il punto più basso della Terra. In questa zona, anche fare un semplice bagno al mare acquista un significato diverso. Infatti, le lunghe distese di sale che si fanno spazio in un paesaggio quasi desertico ti lasceranno senza fiato. Per saperne di più, leggi la Guida sul Mar Morto che ho pubblicato sul mio blog. 

Fare un viaggio in Giordania e non visitare il Mar Morto è un vero peccato. Infatti, si tratta di uno dei paesaggi naturali più rari al mondo, che ti fanno comprendere quanto sia bello il nostro pianeta. Tuttavia, a causa del riscaldamento globale, tra qualche anno tutto questo potrebbe non esistere più. Per questo motivo, devi obbligatoriamente inserire il Mar Morto nel tuo viaggio in Giordania. Qui potrai provare il brivido di galleggiare sulle acque del Mar Morto e fare i famosi fanghi terapeutici, per rigenerare completamente il tuo corpo e la tua anima. 

Leggi anche: Come organizzare le vacanze sul Mar Morto

Wadi Rum

Entrare nel deserto del Wadi Rum e trascorrere una notte in una tenda beduina, è un’esperienza che ricorderai per sempre. Questo spettacolare deserto di sabbia rosa è noto per le sue scogliere di arenaria e per essere stato il set di numerosi film. Infatti, è diventato famoso grazie al film “Lawrence d’Arabia”, che ha fatto conoscere questo luogo in tutto il mondo. 

Il colore rosa della sabbia, il tramonto tra le rocce di arenaria e le stelle durante la notte sono solo alcune delle cose che ti emozioneranno nel Wadi Rum. In questo meraviglioso paesaggio, potrai esplorare il deserto in jeep o prenotare un tour in cammello, per vivere un’esperienza autentica. Per scoprire di più sul Wadi Rum, dai un’occhiata alla guida che ho pubblicato sul mio blog. In particolare, in questo articolo leggerai i segreti di questo meraviglioso deserto e scoprirai come vivere un’esperienza da vera local.

Leggi anche: Deserto del Wadi Rum: guida di viaggio e consigli utili

Amman

La capitale della Giordania è una città affascinante che combina la modernità con l’antichità. Puoi visitare la cittadella di Amman, che offre una vista panoramica sulla città, esplorare i suoi mercati tradizionali e scoprire la sua vivace scena culinaria.

Un’esperienza che devi assolutamente fare è la visita ai colorati souk, i mercati tipici giordani. Infatti, i souk di Amman sono famosi in tutto il mondo per i loro colori e prodotti buonissimi. Dedica alcune ore alla visita dei mercati tipici e lasciati incantare dai racconti dei negozianti. Inoltre, tra un acquisto e l’altro, potrai assaggiare datteri, dolci e formaggi tipici che ti faranno venire l’acquolina in bocca!

Madaba

Conosciuta come la città dei mosaici, Madaba ospita alcuni dei mosaici bizantini più belli al mondo. Infatti, il bellissimo mosaico della mappa di Madaba, che raffigura la Terra Santa, è una delle principali attrazioni della città.

Madaba è una piccola cittadina nei pressi di Amman, nella quale potrai assistere al processo di produzione di prodotti dell’artigianato locale. In particolare, potrai scoprire come si producono tazze, sedie e tavolini decorati con meravigliosi mosaici. E tutto questo potrai farlo bevendo una tazza di thè alla menta preparata da un nuovo amico giordano, proprio come è successo a me. Fantastico!

Aqaba

Situata sul Mar Rosso, Aqaba è una destinazione ideale per gli amanti del mare e degli sport acquatici. Le sue acque cristalline offrono fantastiche opportunità per lo snorkeling e le immersioni. Invece, se sei alla ricerca di relax, allora le spiagge di sabbia bianca sono perfette per rilassarti e goderti il sole.

Ad Aqaba potrai ammirare intere distese di barriera corallina conservate perfettamente, poco distanti dalla riva. Infatti, anche solo facendo snorkeling potrai scoprire la flora e la fauna che popolano il Mar Rosso. E credimi, sarà un’esperienza davvero emozionante.

Jerash

Il nord della Giordania è spesso trascurato dai turisti, che non sanno che si tratta di una zona ricca di luoghi dedicati alla Bibbia. Infatti, nel nord della Giordania, puoi visitare l’antica Jerash, leggendaria città romana. Il sito archeologico di Jerash è uno dei migliori esempi di città romana ben conservata al di fuori dell’Italia. Anche chiamata “la Pompei d’Arabia”, a Jerash potrai camminare per le strade lastricate, ammirare i templi antichi e immaginarti la vita durante l’epoca romana. 

Entrando nella città antica, si percepisce immediatamente l’importanza di Jerash nel mondo romano. Infatti, si trattava di una città rilevante dal punto di vista strategico, che ancora oggi ti permetterà di rivivere il suo antico splendore. Ti basterà superare l’imponente Arco di Adriano per passare dalla città moderna alla città antica. E ti sembrerà di fare davvero un salto nel passato, grazie alla perfetta conservazione delle sue antiche rovine.

Il periodo migliore per organizzare un viaggio in Giordania

Qual è il periodo migliore per visitare la Giordania?

La Giordania è una destinazione affascinante da visitare in qualsiasi periodo dell’anno, ma ci sono alcuni periodi che possono essere considerati migliori degli altri. 

Uno dei periodi più popolari per visitare la Giordania è durante la primavera, da marzo a maggio. Durante queste stagioni, le temperature sono piacevoli e oscillano tra i 20 e i 25 gradi, rendendo le escursioni e le visite ai siti archeologici molto più semplici. È anche il momento in cui i fiori selvatici sono in fiore, rendendo il paesaggio più bello, soprattutto nel deserto del Wadi Rum.

Un altro periodo ideale per visitare la Giordania è l’autunno, da settembre a novembre. Infatti, in questo periodo dell’anno le temperature sono simili a quelle della primavera, con un clima più gradevole. È anche il momento in cui si svolgono molti eventi culturali e festival in tutto il Paese.

Per quanto riguarda il periodo estivo, ti consiglio di fare attenzione. Infatti, personalmente ho visitato la Giordania ad agosto e le elevate temperature hanno messo a dura prova la mia resistenza. Premetto che non amo particolarmente il caldo, ma devo ammettere che l’afa ha messo a dura prova anche il mio compagno. Infatti, visitare la città di Petra o Jerash in pieno agosto vuol dire sottoporsi ad un sole forte e a temperature che superano i 45 gradi. Ovviamente, se puoi partire solo durante il periodo estivo, puoi scendere a compromessi. Ad esempio, puoi decidere di visitare Petra all’alba e optare per il tour del Wadi Rum al tramonto. In questo modo, riuscirai ad evitare le ore di caldo eccessivo e goderti il momento.

Qual è la durata consigliata per un viaggio in Giordania?

La durata consigliata per un viaggio in Giordania dipende dalle tue preferenze e dal tuo itinerario. Tuttavia, la maggior parte dei viaggiatori preferisce considerare almeno una settimana, per godersi appieno le meraviglie di questo Paese.

Se hai poco tempo a disposizione, un viaggio di 3-4 giorni potrebbe essere sufficiente per visitare la capitale Amman, esplorare Jerash e fare una gita al Mar Morto. In questo breve periodo, potrai anche visitare Petra, una delle meraviglie del mondo antico.

Se hai una settimana a disposizione, potrai aggiungere alla tua lista il deserto del Wadi Rum, famoso per i suoi paesaggi rocciosi e le escursioni in cammello. Potrai anche dedicare del tempo alla città di Aqaba, sulla costa del Mar Rosso, per fare snorkeling o immersioni.

Leggi anche: Cosa vedere in Giordania in sette giorni

Se invece hai più tempo, puoi approfondire la tua esplorazione della Giordania visitando altri luoghi come il castello di Karak e il Monte Nebo, famoso per la produzione di ottimi vini.

Come organizzare un viaggio in Giordania: i voli

La tempistica per prenotare un volo per la Giordania dipende da diversi fattori. Tuttavia, in generale, è consigliabile prenotare il volo almeno 1-3 mesi prima della data di partenza per ottenere i migliori prezzi e avere una maggiore scelta di orari e compagnie aeree.

come organizzare un viaggio in Giordania: i voli aerei

Se hai intenzione di viaggiare durante l’alta stagione o le festività, potrebbe essere necessario prenotare con ancora più anticipo, anche 6-9 mesi prima. In questo modo avrai maggiori possibilità di ottenere tariffe convenienti. D’altra parte, se hai flessibilità di date e destinazioni, potresti anche considerare l’opzione last-minute, soprattutto se hai la possibilità di viaggiare senza un piano preciso.

Tieni presente che i prezzi dei voli possono variare notevolmente a seconda della disponibilità e della domanda, quindi è sempre meglio prenotare con anticipo per riuscire a risparmiare qualcosa.

Per organizzare il mio viaggio in Giordania, ho fatto diverse simulazioni sul sito di Skyscanner. Infatti, dopo aver selezionato l’aeroporto di partenza e l’aeroporto di arrivo, ho cliccato sull’opzione “date flessibili”. In questo modo, ho valutato la convenienza dei diversi periodi dell’anno. Dopodichè, ho fatto la mia scelta considerando ciò che era in linea con le mie necessità. Infatti, su Skyscanner puoi prenotare i voli delle migliori compagnie aeree a prezzi convenienti. Personalmente, mi sono trovata sempre benissimo!

Quali documenti sono necessari per andare in Giordania?

Per viaggiare in Giordania, sono necessari alcuni documenti. 

Prima di tutto, è necessario avere il passaporto. Assicurati di avere un passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di arrivo in Giordania. Verifica anche che ci siano pagine sufficienti per i timbri di ingresso e di uscita.

Per entrare in Giordania è necessario essere in possesso anche di un visto d’ingresso. Tutti i cittadini europei possono ottenere un visto d’ingresso turistico direttamente all’aeroporto di arrivo in Giordania, dietro pagamento in valuta locale. Qualora dovessi decidere di entrare in Giordania via terra, puoi richiedere il visto di ingresso presso le frontiere terrestri, ad eccezione di quella all’arrivo del traghetto dall’Egitto.

Invece, se vuoi evitare le lunghe attese, ti consiglio di richiederlo online, sul sito ufficiale del Ministero dell’Interno giordano. Una volta ricevuto il visto tramite email, stampalo e portalo sempre con te, così potrai esibirlo in caso di controlli. 

Il visto di ingresso in Giordania ha un costo di 40 dinari giordani. Se arrivi in Giordania in aereo e atterri all’aeroporto “Queen Alia” di Amman, puoi richiedere il visto gratuito. Questo particolare visto è destinato a coloro che trascorrono meno di 24 ore in Giordania. Per richiedere il visto gratuito, puoi rivolgerti ai tour operator autorizzati. Ti basterà richiedere il visto di ingresso per visitare i siti Turistici ed Archeologici nel Regno Hashemita di Giordania. In questo modo, potrai effettuare brevi escursioni presso alcuni dei siti di interesse turistico del Paese situati a poca distanza dallo scalo aeroportuale.

Il Jordan Pass

Se hai in programma di restare in Giordania per più giorni, ti consiglio di optare per il Jordan Pass. Infatti, il Jordan Pass è destinato a tutti coloro che decidono di trascorrere in Giordania almeno tre notti. Ad un costo di circa 80 JOD, avrai accesso gratuito a oltre 40 siti turistici nel Paese. Tra i siti inclusi nel Jordan Pass, puoi trovare Petra, Jerash e il Castello di Karak. Inoltre, coloro che acquistano il Jordan Pass sono esenti dal pagamento del visto. Anche io ho optato per il Jordan Pass e l’ho trovato davvero conveniente. 

Per avere una visione completa delle attrazioni incluse nel Jordan Pass, ti consiglio di controllare il sito ufficiale della Giordania.

L’assicurazione viaggio

Anche se non è obbligatoria, è altamente consigliabile avere un‘assicurazione di viaggio che copra eventuali emergenze mediche, perdite di bagagli o cancellazioni dei voli. Infatti, la Giordania non è proprio il massimo dal punto di vista delle strutture sanitarie. Inoltre, trattandosi di un Paese con abitudini diverse da quelle occidentali, le intossicazioni alimentari potrebbero essere dietro l’angolo.

Personalmente, scelgo sempre di sottoscrivere un’assicurazione viaggi. Mi permette di sentirmi più sicura e godermi solo il lato positivo delle mie vacanze. Per il mio viaggio in Giordania ho sottoscritto l’assicurazione HeyMondo, che ti fornisce assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per aiutarti ad affrontare qualsiasi potenziale problema di viaggio.

Per te che sei una lettrice del mio blog, HeyMondo ti offre uno sconto esclusivo su tutte le assicurazioni viaggio. Infatti, grazie ad HeyMondo potrai sottoscrivere un’assicurazione per il singolo viaggio oppure una polizza multiviaggio, con copertura annuale. Ti consiglio di dare un’occhiata al sito per scoprire tutti i servizi di HeyMondo e lo sconto a te riservato. Ah, l’assistenza telefonica è in italiano, quindi, non avrai alcun tipo di problema!

Come organizzare un viaggio in Giordania: vaccinazioni

Prima di partire per la Giordania, è importante informarsi sulle eventuali vaccinazioni necessarie per entrare nel Paese. E’ giusto precisare che non vi sono vaccinazioni obbligatorie, ma potrebbero esserti utili alcune raccomandazioni.

La prima cosa alla quale devi fare attenzione è l’acqua. Infatti, in alcuni periodi dell’anno, la Giordania ha difficoltà nel reperire l’acqua potabile. Per questo motivo, ti consiglio di optare per l’acqua in bottiglia, così da essere sicura che abbia superato tutti i controlli e le analisi. Mi raccomando, fai attenzione alle modalità di conservazione e alla corretta chiusura delle singole bottiglie.

Proprio per questo motivo, si consiglia di evitare le bevande che prevedono il ghiaccio. Durante il mio viaggio on the road in Giordania, ho bevuto bevande con ghiaccio in diversi casi e non ho avuto alcun tipo di problema. Ovviamente, molto dipende dalla predisposizione del tuo organismo e dalle tue abitudini alimentari. Diciamo che un po’ di attenzione non guasta!

Qual è la moneta ufficiale utilizzata in Giordania?

La moneta ufficiale utilizzata in Giordania è il dinaro giordano (JOD). Il dinaro giordano è diviso in 1000 fils. È possibile trovare banconote nei tagli da 1, 5, 10, 20 e 50 dinari, così come monete da 5, 10, 25 e 50 fils. È importante notare che il dinaro giordano è accettato come unica moneta legale nel paese, quindi è consigliabile avere un po’ di contanti sempre a disposizione.

moneta della Giordania: tutto ciò che devi sapere per organizzare un viaggio

Tuttavia, in alcune zone turistiche più frequentate, è possibile pagare con carta di credito senza alcun problema. In particolare, la maggior parte dei ristoranti e dei locali nelle principali città della Giordania, accetta pagamenti con bancomat e carta di credito. Per quanto riguarda il prelievo dagli sportelli bancomat, anche in questo caso, non avrai problemi nelle città turistiche. La situazione cambia nei centri rurali, nei quali difficilmente avrai modo di prelevare denaro.

Come funziona Revolut

Per avere il miglior tasso di cambio, evita di convertire i tuoi euro in dinari giordani all’aeroporto. Infatti, il cambio del denaro in aeroporto comporta il pagamento di una tassa di cambio che a volte è pari al 20% dell’importo da convertire. Personalmente, per tutti i miei viaggi utilizzo sempre Revolut, la banca digitale utilizzabile da smartphone e da web.

Revolut ti permette di avere non solo una carta di pagamento, ma anche un conto multivaluta. Avere un conto multivaluta ti permette di fare pagamenti  in oltre 150 valute, senza pagare alcuna commissione. E credimi, il tuo portafoglio ti ringrazierà! Infatti, grazie a Revolut potrai risparmiare circa il 20% su ogni transazione effettuata in valuta estera. Il conto Revolut è disponibile in diverse versioni, quattro per privati e due per aziende e liberi professionisti. Il costo e i servizi compresi dipendono dalla versione di cui hai bisogno.

Se sei un privato e utilizzi Revolut per i tuoi viaggi, ti conviene scegliere il Piano Standard. Il Piano Standard di Revolut è gratuito e prevede l’apertura del conto multivaluta digitale, senza alcun costo aggiuntivo. Funziona come una qualsiasi carta prepagata e può essere ricaricata tramite bonifico o pagamento bancario. Io ho optato per il Piano standard e lo utilizzo anche per la gestione delle mie spese mensili online. 

I mezzi durante un viaggio in Giordania

La Giordania è un paese relativamente piccolo, ma ci sono molte attrazioni da visitare. Per questo motivo, è essenziale pianificare bene tutti gli spostamenti. A seconda dell’itinerario, potrai decidere di spostarti con mezzi differenti

Se sei un’avventuriera e ti piace esplorare autonomamente, noleggiare un’auto potrebbe essere la scelta migliore. In questo modo, puoi esplorare il Paese a tuo piacimento e fermarti dove vuoi per assaggiare le specialità locali. Ci sono numerose agenzie di noleggio auto disponibili sia in aeroporto che nelle principali città.

Per evitare di perdere tempo con lunghe file e pagare di più, ti consiglio di prenotare la tua auto a noleggio in Giordania prima della partenza. Io utilizzo sempre DiscoverCars, che permette di accedere ad una vasta scelta di auto a noleggio delle migliori compagnie al mondo. Non dovrai fare altro che collegarti alla piattaforma, scegliere la stazione di ritiro e di riconsegna dell’auto e analizzare le diverse offerte a tua disposizione.

Mi sento di darti un consiglio. Scegli di inserire la copertura assicurativa totale, che ti copre anche in caso di furto ed eventuali danni alla carrozzeria. Infatti, le strade della Giordania non sono asfaltate alla perfezione e ti potrà capitare di incontrare qualche pietra lungo il cammino. Per potermi sentire sicura al 100%, personalmente ho optato per la copertura totale, per la quale ho trovato un’offerta conveniente proprio su DiscoverCars.

In ogni caso, ti consiglio di noleggiare un’auto se hai intenzione di visitare diversi luoghi della Giordania. Infatti, in questo modo potrai goderti le bellezze di questo Paese optando per la comodità e la piena libertà. Mi raccomando, assicurati di avere una patente di guida internazionale e di conoscere le regole della strada giordane prima di metterti alla guida.

Trasporto pubblico in Giordania

Se preferisci non guidare, puoi utilizzare il trasporto pubblico, come gli autobus o i treni. Le principali città della Giordania, come Amman e Aqaba, sono ben collegate da autobus. Tuttavia, tieni presente che i mezzi pubblici potrebbero non essere molto affidabili o frequenti, quindi è consigliabile pianificare i tuoi spostamenti con largo anticipo.

Invece, se preferisci un’esperienza senza stress, puoi partecipare a un tour organizzato. Ci sono molte agenzie di viaggio che offrono tour in Giordania, che ti permetteranno di visitare diverse città e assaggiare la deliziosa cucina locale insieme ad una guida esperta. La maggior parte dei tour guidati ti permette di raggiungere le attrazioni della Giordania partendo da città turistiche, come Amman o Petra. Se vuoi visitare Petra da Amman, dai un’occhiata a questo tour organizzato da GetYourGuide. Invece, se vuoi raggiungere il Mar Morto da Amman, questi sono i tour più richiesti su GetYourGuide. Da non sottovalutare i tour in partenza da Amman in direzione Wadi Rum. In questo modo, potrai trascorrere qualche giorno nel deserto senza stress e preoccupazioni.

Muoversi in Taxi

Un ottimo modo per muoversi nelle diverse città è con i taxi. Infatti, i taxi sono ampiamente disponibili in Giordania, sia nelle città, sia nelle zone rurali. Mi raccomando, assicurati di concordare il prezzo prima di salire e di utilizzare solo taxi ufficiali con tassametro. Inoltre, tieni presente che i taxi possono essere costosi, soprattutto se viaggi per lunghe distanze.

Durante il mio viaggio on the road in Giordania, ho usato il taxi per muovermi nella città di Amman e per raggiungere la frontiera tra Giordania e Israele. Nel primo caso, ho pagato meno di 5 euro per circa 15 minuti di corsa e ho prenotato il taxi al volo, proprio come si vede nei film!

Invece, per raggiungere la frontiera, ho prenotato il taxi direttamente tramite la reception del mio hotel e ho concordato la tariffa prima di partire. Ah, i tassisti sono un po “confusionari” e hanno una guida abbastanza sportiva. Ti conviene prepararti psicologicamente! 🙂

Infine, se sei un’amante delle passeggiate e delle esplorazioni a piedi, puoi tranquillamente fare del sano trekking urbano. Infatti, molte città in Giordania sono facilmente visitabili a piedi. Ad esempio, il centro storico di Amman e il sito archeologico di Petra sono entrambi accessibili camminando a piedi per qualche chilometro. Alla fine dei conti, muoversi a piedi è il modo migliore per scoprire le bellezze nascoste della città.

come organizzare un tour gastronomico in Giordania

Come organizzare un tour gastronomico in Giordania

La cucina giordana è ricca di sapori e profumi unici. Infatti, organizzare un viaggio in Giordania deve includere anche le prelibatezze della cucina locale. La cucina giordana subisce le influenze della cucina araba e delle diverse popolazioni che si sono trasferite qui. Inoltre, si distingue per alcuni piatti tipici del mondo beduino, come ad esempio il famoso mansaf, agnello cotto con riso e yogurt, o la carne cotta nello zarb

Se vuoi organizzare un tour gastronomico in Giordania, devi assolutamente assaggiare i piatti tradizionali. Tra questi, meritano di essere menzionati i falafel, polpette di ceci fritte, e il knafeh, un dolce a base di formaggio e pasta fillo. Assaggia anche il pane tradizionale chiamato khubz, che viene spesso servito con olio d’oliva e za’atar, una miscela di spezie. 

Esplora i mercati locali, chiamati souk, dove puoi trovare ingredienti freschi e spezie da portare in Italia. Infatti, io ho fatto proprio in questo modo! Come souvenir del mio viaggio in Giordania, ho portato a tutti un pacchetto di spezie tipiche comprate nei souk di Amman. E devo ammettere che il regalo è stato apprezzato!

Sperimentare con le pietanze

Durante il tuo viaggio in Giordania, non limitarti a mangiare nei ristoranti. Sperimenta anche esperienze culinarie uniche, come la preparazione del pane beduino in un campo nel Wadi Rum. Immergiti nella cucina giordana e lasciati incantare da nuovi sapori e tradizioni. Ah, mi raccomando, non dimenticare di provare anche il tè alla menta e il caffè arabo!

Come avrai ormai capito, tutte le mie guide di viaggio includono una sezione su cosa mangiare di tipico. Ebbene sì, secondo me ogni viaggio che si rispetti deve dedicare una parte del tempo alle specialità locali. E la Giordania non è da meno!

Per questo motivo, se vuoi sapere come organizzare un viaggio in Giordania che preveda delle soste gustose, dai un’occhiata a queste guide gratuite:

Ti preciso che si tratta di piatti tipici e ristoranti provati da me personalmente. Ovviamente, come sempre ti chiedo di lasciarmi un feedback se dovessi decidere di provarli anche tu! 🙂

Dove dormire in Giordania

La Giordania offre una vasta gamma di opzioni di alloggio, dalle lussuose catene alberghiere alle guesthouse tradizionali. Le città come Amman e Petra hanno una grande selezione di hotel, mentre il Wadi Rum offre tende beduine per un’esperienza più autentica. Diciamo che avrai l’imbarazzo della scelta!

Infatti, per scegliere dove alloggiare in Giordania ti consiglio di focalizzarti su alcuni elementi principali:

  • Livello di pulizia delle camere
  • Vicinanza dell’hotel alle attrazioni principali
  • Affidabilità dell’hotel o del proprietario della guest house

Personalmente, per scegliere dove alloggiare in Giordania mi sono focalizzata proprio su questi fattori, dedicando tanto tempo a leggere le recensioni di ciascun hotel.

Prenotare gli alloggi in Giordania

Come faccio sempre per tutti i miei viaggi in Italia e all’estero, ho prenotato su Booking.com. Infatti, su Booking.com avrai accesso a diverse opzioni, che potrai filtrare sulla base delle tue esigenze. Ad esempio, potrai selezionare i filtri relativi alla distanza dell’alloggio dalle attrazioni principali o quelli relativi ai prezzi per notte.

Tranquilla, anche in questo caso, ho preparato qualche guida per aiutarti a scegliere dove dormire in Giordania:

Nel primo articolo, ti parlo di tutti gli hotel che ho selezionato durante la fase di organizzazione del viaggio. Invece, nel secondo articolo puoi trovare i miei hotel preferiti, nei quali ho effettivamente soggiornato.

Ti anticipo che la selezione è stata davvero meticolosa ed è durata qualche settimana! Alla fine dei conti, in un viaggio indimenticabile anche l’alloggio ha la sua rilevanza!

Mi raccomando, se stai organizzando un viaggio on the road in Giordania, inizia a prenotare i tuoi hotel. Negli ultimi anni, il numero di visitatori in arrivo in Giordania è aumentato a dismisura. Ti conviene prenotare in anticipo, se vuoi essere sicura di poter scegliere le soluzioni più adatte alle tue esigenze.

Come organizzare un viaggio in Giordania: i vestiti

Durante il tuo soggiorno in Giordania, è importante rispettare le tradizioni locali e seguire le norme culturali. La Giordania è un Paese a maggioranza musulmana, quindi è importante rispettare la cultura locale e vestirsi in modo appropriato. Evita di indossare abiti troppo provocanti o trasparenti, specialmente quando visiti i luoghi religiosi come le moschee

Porta sempre con te una camicia di lino dai colori chiari o un foulard, per coprire le spalle quando necessario. Per quanto riguarda la protezione della testa, opta per una sciarpa da portare in borsa, che potrai tirare fuori all’occorrenza. Inoltre, ricorda che la Giordania ha un clima desertico, quindi è consigliabile indossare abiti leggeri e portare sempre con te protezione solare e cappello per proteggersi dal sole.

Mi raccomando, se vuoi evitare di essere insultata dai passanti (proprio come è successo a me!) vestiti in modo appropriato, evitando abiti troppo provocanti o sconvenienti. Abbi una particolare attenzione soprattutto quando visiti i luoghi religiosi. 

Infine, cerca di rispettare anche le regole di comportamento, come evitare di bere alcolici in pubblico. E se vuoi chiudere in bellezza, cerca di imparare qualche parola in arabo, come “grazie” o “salve”. In questo modo, dimostrerai rispetto e cortesia nei confronti della popolazione locale.

Come organizzare un viaggio in Giordania: ora tocca a te!

Eccoci arrivate alla fine della nostra guida dedicata a come organizzare un viaggio in Giordania. In questa guida, abbiamo approfondito alcuni consigli utili per organizzare un viaggio in Giordania senza impazzire.

In particolare, abbiamo scoperto quali sono i documenti obbligatori per entrare in Giordania, da avere prima della partenza. Inoltre, abbiamo approfondito le migliori attrazioni da inserire nel tuo itinerario in Giordania, per poter fare un viaggio indimenticabile.

Ma questa è solo una parte di ciò che puoi scoprire leggendo questo articolo!

Prima di partire per il tuo viaggio gastronomico in Giordania, ecco alcuni consigli finali da tenere bene a mente:

  • Pianifica in anticipo le visite ai ristoranti e ai mercati locali, in modo da assicurarti di provare i piatti e le specialità che desideri
  • Non avere paura di provare cibi nuovi e sperimentare sapori diversi. La cucina giordana è ricca di sorprese e saprà soddisfare anche i palati più esigenti
  • Interagisci con la gente del posto e chiedi consigli sui posti migliori dove mangiare o bere. I giordani sono molto ospitali e saranno felici di condividere le loro esperienze con te!

Mi raccomando, goditi ogni momento del tuo viaggio in Giordania e lasciati trasportare dalla magia di questo luogo. 

Come sempre, ti aspetto nei commenti.

Un abbraccio,

Marianna

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gratuitamente l’Agenda di Viaggio per la Giordania

Ricevi gratuitamente un’Agenda di viaggio personalizzata per il tuo prossimo viaggio on the road in Giordania e parti alla scoperta delle bellezze di questo meraviglioso Paese!

Ti potrebbe piacere...

Articoli Popolari...

4 Comments

  1. La Giordania è da tempo tra i paesi che vorrei visitare, grazie per questa guida così esaustiva e completa!

    1. Sono felice che ti sia piaciuta!

  2. Libera says:

    La Giordania mi è piaciuta moltissimo e concordo con te sul fatto che ci sia bisogno di organizzare per bene il viaggio, non si può improvvisare

    1. Ciao Libera, la Giordania e’ cosi ricca di cose meravigliose da vedere, che un itinerario fatto bene ti aiuta a tenere tutto sotto controllo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *