europa italia piemonte viaggi

Cosa Vedere A Torino In Tre Giorni: Itinerario Completo

Ciao e benvenuta in una nuova guida gratuita dedicata alla città di Torino. Oggi ti porto con me alla scoperta di cosa vedere a Torino in tre giorni, tra leggende e scorci panoramici. In particolare, ti mostrerò cosa vedere a Torino se hai a disposizione solo un weekend. Nonostante il poco tempo a disposizione, ti farò scoprire luoghi non turistici perfetti per un weekend a Torino.

In particolare, avrai un itinerario di Torino da usare per scoprire le attrazioni principali della città muovendoti a piedi. Infatti, ti racconterò i segreti del centro storico di Torino, le chiese che devi assolutamente visitare ed i migliori punti panoramici. Beh, non perdiamo altro tempo ed entriamo nel vivo della nostra Guida dedicata a cosa vedere a Torino in tre giorni. Sei pronta? Iniziamo!

Ciao, Sono Marianna

Prima di entrare nel vivo della nostra guida gratuita dedicata a cosa vedere a Torino, mi presento. Mi chiamo Marianna, sono una Consulente di Viaggio per CartOrange e Travel Blogger. Sono la fondatrice di The Wine Travelist, il blog dedicato agli itinerari di viaggio, di cibo e di vino in giro per il mondo.

Bruxelles cosa vedere

In questo Blog, troverai tante Guide Gratuite per organizzare il tuo viaggio in Italia o all’estero senza impazzire. Vista la mia esperienza come viaggiatrice di lunga data e come Consulente di Viaggio, nelle mie Guide troverai solo consigli pratici e utili per organizzare i tuoi itinerari. Ovviamente, sempre alla ricerca di luoghi meno turistici e nascosti.

Inoltre, se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio ricco di esperienze indimenticabili, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune semplici indicazioni ed io mi occuperò di organizzare il tuo prossimo viaggio a Torino e nelle Langhe o in giro per il mondo, senza farti impazzire. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Cosa Vedere a Torino In Tre Giorni: Un Weekend Tra Eleganza e Storia

Ho visitato Torino almeno dieci volte durante la mia vita, sia per motivi personali, sia per lavoro. Infatti, durante una delle mie mille vite, ho lavorato per un periodo per un’azienda con sede a Torino. Per questo motivo, trascorrevo periodi più o meno lunghi in trasferta a Torino. Inoltre, mio fratello e la mia migliore amica si sono trasferiti a Torino ormai da qualche anno. Quindi, le motivazioni per fare una gita fuori porta a Torino sono sempre di più.

Durante queste visite a Torino, ho avuto modo di scoprire tanti angoli della città, conosciuti principalmente dai residenti. Scoprirai chiostri in stile barocco tra i vicoli della città, punti panoramici dai quali guardare il tramonto e tanto altro. Ti avverto, sarà una guida un po’ lunga. Quindi, mettiti comoda e preparati a scoprire cosa vedere a Torino in tre giorni.

Perché Visitare Torino

Torino è una città con una ricca storia, un’eleganza senza tempo ed un’atmosfera cosmopolita. Proprio per questi motivi, si presenta come una destinazione unica nel panorama turistico italiano. Fondata dai Romani nel I secolo a.C., la città ha attraversato epoche di grande splendore. Non a caso, è stata capitale del Regno di Savoia e centro culturale dell’Europa. Questa straordinaria eredità storica si riflette nell’architettura imponente dei suoi palazzi, nelle piazze maestose e nei monumenti magnifici.

Torino si distingue per la sua atmosfera raffinata, dove il lusso si mescola armoniosamente con la semplicità. Le lunghe vie alberate, i maestosi portici e i caffè storici offrono un’esperienza di vita intrisa di fascino e stile. Ma è anche la città della buona cucina e del buon vino. Infatti, a Torino troverai numerose trattorie tradizionali e ristoranti stellati, dove potrai gustare prelibatezze culinarie e vini pregiati.

Inoltre, Torino è una città dinamica e vivace. Troverai un’offerta culturale eccezionale che spazia dai grandi musei alle gallerie d’arte contemporanea, dai teatri prestigiosi ai festival internazionali. Non mancano poi le opportunità di shopping! Tra le boutique di moda, gli atelier artigianali e i mercatini vintage, potrai trovare autentici tesori. Insomma, Torino è la città perfetta per una gita fuori porta tra eleganza, storia e cultura. Ma quindi cosa vedere a Torino il primo giorno?

cosa vedere a Torino

Cosa Vedere a Torino Il Primo Giorno

Il primo giorno del tuo weekend a Torino può essere dedicato alla scoperta della città. Ti consiglio di muoverti a piedi, così da riuscire a vedere le attrazioni principali in maniera semplice e riuscire a scattare qualche foto. Il nostro itinerario di cosa vedere a Torino il primo giorno inizia dal Centro Storico. Ti consiglio di dedicare un po’ di tempo ad ammirare la bellezza delle piazze principali, come Piazza San Carlo e Piazza Carignano. Inoltre, preparati a rimanere estasiata dalla bellezza dei cortili nascosti, veri capolavori di arte barocca. Infine, lasciati trascinare dalla tradizione piemontese con una sosta nei tanti café storici, per assaggiare un bicchiere di vermouth o un ottimo bicerin.

Tour Guidato di Torino

Ogni volta che preparo un itinerario di pochi giorni a Torino e dintorni per i miei clienti, consiglio sempre di iniziare il viaggio partecipando ad un tour guidato della città. Fare un tour guidato della città a piedi, ti permette di scoprire la storia di Torino, in compagnia di una guida certificata. In questo modo, scoprirai tutti i segreti della città e le migliori cose da vedere a Torino in pochi giorni.

Ovviamente, sono la prima a seguire i miei consigli. Infatti, ho deciso di prenotare un tour guidato di Torino su GetYourGuide. La guida ci ha raccontato storie e leggende di questa meravigliosa città, dalle sue origini fino ai giorni nostri. Se hai poco tempo, ti consiglio di dare un’occhiata a questi tour guidati a Torino che ho selezionato per te. Non te ne pentirai!

Cosa Vedere a Torino: Via Roma

Il nostro itinerario a piedi a Torino inizia da una delle strade storiche della città: Via Roma. Via Roma è molto più di una semplice strada. Con le sue eleganti boutique, i caffè storici e gli edifici storici, Via Roma incarna l’essenza dell’eleganza torinese. Costruita nel XIX secolo per collegare la stazione ferroviaria di Porta Nuova alla piazza principale, Via Roma è stata testimone di momenti cruciali della storia torinese. Ha visto passeggiate di regnanti, manifestazioni politiche e trasformazioni urbane che hanno plasmato il volto della città. Oggi, Via Roma offre un’esperienza di shopping unica, con le vetrine lussuose e firme di moda internazionali.

cosa vedere a Torino in un giorno

Piazza San Carlo A Torino

Immersa nel cuore della città, Piazza San Carlo è un gioiello architettonico che racconta secoli di storia torinese. Circondata da eleganti portici e fiancheggiata da edifici storici, questa piazza ha sempre rappresentato il fulcro della vita culturale ed economica di Torino. Fondata nel XVI secolo, Piazza San Carlo ha assistito a importanti eventi storici. Infatti, qui hanno avuto luogo celebrazioni reali e movimenti culturali. I portici delimitano la piazza, creando un’atmosfera sofisticata e accogliente. Inoltre, i portici di Piazza San Carlo a Torino ospitano numerosi caffè storici, testimoni di incontri tra intellettuali e artisti.

Oggi, Piazza San Carlo è un luogo vivace e animato. Infatti, è frequentato da turisti e residenti che si ritrovano per passeggiare, fare shopping o gustare prelibatezze nei locali caratteristici. Fermati ad osservare i numerosi Toret in piazza. I Toret sono fontanelle pubbliche tipiche di Torino, nate verso la fine del 1800. Ben presto, sono diventate l’emblema della città, grazie al loro peculiare rubinetto a forma di toro. Ovviamente, non può mancare un caffè nello storico Caffè San Carlo, nel cuore della omonima Piazza. Mi raccomando, assaggia la brioche Carla: ti lascerà senza parole.

cosa vedere a Torino cortili segreti
cosa vedere a Torino cortili nascosti

Cortile Segreto di Via Lagrange a Torino

Nascosti tra le strade storiche di Torino si celano dei veri e propri gioielli architettonici: i cortili segreti. Questi spazi appartati, spesso parte di spazi privati, rappresentano una parte poco conosciuta del patrimonio della città. La loro esistenza risale a secoli fa, quando le famiglie nobili e borghesi costruirono residenze sontuose. Al loro interno, si sviluppavano veri e propri luoghi di bellezza e tranquillità.

Ogni cortile racconta una storia unica, con dettagli architettonici sorprendenti. Infatti, troverai fontane, giardini e logge, che trasmettono un senso di intimità e fascino. Ti consiglio di visitare il cortile segreto che si trova in Via Lagrange, in perfetto stile barocco. In questo cortile, si trova la sede della Coldiretti Piemonte, ma potrai comunque visitarne una parte. Credimi, resterai senza parole per la sua bellezza.

Cosa Vedere a Torino: Piazza Carlo Alberto

Piazza Carlo Alberto è una delle gemme del centro storico di Torino. E’ una piazza interamente adibita a zona pedonale, a due passi da Via Roma e Piazza San Carlo. Il nome stesso della piazza è un omaggio al Re Carlo Alberto di Savoia. Originariamente, questo luogo era parte dei giardini interni dell’imponente edificio barocco progettato da Guarino Guarini, che ha la sede proprio nelle antiche scuderie di fronte.

Tuttavia, tra il 1842 e il 1859 questo spazio è stato trasformato in una piazza. Sono state abbattute le mura di cinta e regalando ai torinesi uno scenario incantevole. Sul lato sud della piazza si trova il Palazzo Campana, un tempo sede della Federazione Provinciale del Partito Nazionale Fascista. Oggi è casa del Dipartimento di Matematica dell’Università. Dalla maestosità del monumento di Carlo Alberto alla bellezza della Biblioteca Nazionale, la piazza mescola storia, cultura e bellezza architettonica senza tempo.

cosa vedere a Torino carignano

Cosa Vedere a Torino: Piazza Carignano

Se vuoi scoprire cosa vedere a Torino per fare un salto nella storia, beh, allora devi assolutamente visitare Piazza Carignano. Piazza Carignano è la mia piazza preferita, anche chiamata “il salotto di Torino”. Si tratta di una delle piazze più emblematiche della città, ricca di storia e di significato. La sua creazione risale al XVII secolo, quando fu ideata come spazio architettonico di prestigio e importanza politica. Il suo nome deriva dal Palazzo Carignano, oggi sede del Museo del Risorgimento. In passato, il Museo Carignano era residenza della famiglia reale dei Savoia.

Questa piazza ha giocato un ruolo fondamentale nella storia d’Italia. Infatti, qui si è tenuta l’Assemblea Costituente, che nel 1861 proclamò il Regno d’Italia. Un personaggio chiave associato a Piazza Carignano è Camillo Benso, conte di Cavour. Fu uno degli artefici dell’Unità d’Italia e visse nel Palazzo Carignano. Oggi, Piazza Carignano è nota anche per il rinomato ristorante stellato “Combal.Zero” dello chef stellato Davide Scabin, famoso per la sua cucina innovativa e creativa.

Palazzo Carignano a Torino

Nel cuore di Piazza Carignano, sorge il Palazzo Carignano, un’icona dell’architettura barocca piemontese. Costruito nel XVII secolo per volontà del principe Emanuele Filiberto di Savoia, il palazzo è stato testimone di momenti cruciali nella storia italiana. La sua importanza storica è legata a Camillo Benso, conte di Cavour, uno dei padri fondatori dell’Italia unita. Infatti, Camillo Benso visse e lavorò all’interno del Palazzo Carignano. Qui pianificò molte delle mosse politiche che portarono alla nascita dello Stato italiano unitario.

Il palazzo ha quindi un legame speciale con il Risorgimento italiano e con il processo di unificazione nazionale. Proprio per questo motivo, oggi il Palazzo Carignano ospita il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, che racconta in dettaglio il ruolo cruciale giocato da Torino nel processo di unificazione del Paese. Attraverso esposizioni permanenti e temporanee, il museo offre l’opportunità di immergersi nella storia e nei valori che hanno plasmato l’Italia moderna.

cosa vedere a Torino carignano

Cortile del Palazzo Carignano a Torino

Dopo aver visitato il Palazzo Carignano, il nostro itinerario di Torino continua con la visita ad un altro meraviglioso cortile. Sto parlando proprio del cortile di Palazzo Carignano, circondato dalle mura dell’omonimo edificio. Ammira la bellezza di questo luogo, un tempo usato come strada di passaggio tra le diverse parti della città.

cosa vedere a Torino
cosa vedere a Torino galleria subalpina

Cosa Vedere a Torino: Galleria Subalpina

Il nostro itinerario alla scoperta di cosa vedere a Torino come un vero local, continua con la Galleria Subalpina. La Galleria Subalpina è un gioiello architettonico del XIX secolo, uno degli esempi più significativi di galleria commerciale in stile Liberty a Torino. Inaugurata nel 1874, fu progettata dall’architetto Pietro Carrera e ispirata alle gallerie parigine dell’epoca. Storicamente, la Galleria Subalpina ha svolto un ruolo fondamentale come punto di incontro per la borghesia torinese, offrendo uno spazio elegante e raffinato per lo shopping e lo svago. Infatti, oltre alle boutique di lusso, la galleria ospitava anche caffè, ristoranti e luoghi di intrattenimento, contribuendo così a creare un’atmosfera vivace e cosmopolita.

Uno degli elementi più iconici della Galleria Subalpina è il Teatro Concordia, situato al suo interno. Questo teatro ha una lunga storia di spettacoli teatrali, concerti e eventi culturali. Questi hanno contribuito a consolidare la reputazione della galleria come centro culturale della città. Ma forse il contributo più significativo della Galleria Subalpina alla storia del cinema è legato ai fratelli Lumière. Nel 1896, i fratelli Lumière fecero una delle prime proiezioni cinematografiche pubbliche in Italia. Fu l’inizio dell’era del cinema nel Paese.

Inoltre, la Galleria Subalpina ospita anche Baratti e Milano, un’iconica caffetteria situata all’interno della galleria, con una rilevanza storica particolare. Infatti, era frequentata da intellettuali, artisti e personaggi illustri dell’epoca. Oggi, il Baratti e Milano è famoso per il suo ottimo vermouth e la buonissima cioccolata calda.

cosa vedere a Torino museo egizio

Museo Egizio di Torino

Il Museo Egizio di Torino è una delle istituzioni culturali più importanti al mondo nel suo genere. Infatti, ad oggi il Museo Egizio di Torino rappresenta una vera e propria finestra sul passato millenario dell’antico Egitto. Fondato nel 1824 da re Carlo Felice di Savoia, il museo è testimonianza del forte interesse degli italiani per l’antichità egizia sin dai tempi dell’antico Regno di Sardegna.

E’ stato uno dei primi musei egizi aperti al pubblico. Ancora oggi, conserva una collezione eccezionale di reperti archeologici raccolti e catalogati nel corso dei secoli. Grazie alla sua vasta collezione di oltre 30.000 reperti, il Museo Egizio di Torino è considerato una delle più importanti risorse per lo studio dell’antico Egitto al di fuori del Cairo. In passato, il Museo Egizio di Torino serviva principalmente a scopi di studio e ricerca. Oggi svolge anche un ruolo attivo nella divulgazione scientifica, promuovendo la conoscenza dell’antico Egitto attraverso mostre, conferenze e attività didattiche.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: In alcuni periodi dell'anno, il Museo Egizio di Torino organizza aperture notturne ed ospita eventi di musica jazz e musica contemporanea, aperta a tutti. E' un ottimo modo per scoprire uno dei musei più importanti della città, in modo diverso. 

Teatro Regio di Torino

Il Teatro Regio di Torino è un’icona della cultura e dell’arte, con una storia che risale al XIX secolo. Inaugurato nel 1740, il Teatro Regio ha ospitato premiere mondiali di opere famose e ha visto esibirsi artisti di fama internazionale. Rappresenta una parte fondamentale del patrimonio culturale torinese e italiano, con la sua architettura sontuosa e la sua acustica perfetta. Oggi, il Teatro Regio continua a essere un punto di riferimento per la scena culturale di Torino. Dai un’occhiata alla programmazione ricca di opere liriche, balletti, concerti e spettacoli di alto livello.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Partecipa ad una visita guidata del Teatro Regio di Torino, per ammirare la bellezza dei suoi interni e fare un salto indietro nel tempo. La visita guidata del Teatro Regio di Torino dura un'ora ed i biglietti possono essere acquistati in anticipo presso la biglietteria del Teatro. 
cosa vedere a Torino piazza castello

Cosa Vedere a Torino: Piazza Castello

Piazza Castello, con la sua maestosità e la sua storia millenaria, rappresenta il fulcro della vita culturale e politica di Torino sin dai tempi antichi. Originariamente un campo romano nel I secolo a.C., la piazza è stata trasformata nel corso dei secoli. Fu solo durante l’epoca barocca che prese il suo aspetto attuale. Circondata da palazzi storici, come il Palazzo Reale e il Palazzo Madama, e arricchita da monumenti simbolici, come la statua di Emanuele Filiberto, Piazza Castello è stata il teatro di eventi cruciali della storia torinese.

cosa vedere a Torino
cosa vedere a Torino

Chiesa Reale di San Lorenzo a Torino

A due passi dal Palazzo Reale di Torino, si trova la Chiesa Reale di San Lorenzo, anche chiamata Real Chiesa. Questo gioiello di arte barocca ti stupirà per le sue opere e per un segreto custodito con tanta attenzione. Infatti, questo gioiello architettonico si nasconde dietro la facciata di un palazzo apparentemente anonimo. Questa struttura, progettata dal celebre Guarino Guarini nel XVII secolo, custodisce un segreto unico. Infatti, al suo interno vi sono dipinti nascosti che si svelano solo in determinati periodi dell’anno e con condizioni meteorologiche favorevoli.

Infatti, al centro di ogni cappella nella Chiesa si trova un oculo, intenzionalmente lasciato al buio. Solo due volte l’anno, durante l’equinozio di primavera e d’autunno, la luce solare colpisce questi spazi e rileva affreschi nascosti. Questa meraviglia architettonica è testimone del genio di Guarini. L’artista è stato in grado di mixare conoscenze architettoniche, matematiche e astronomiche. Inoltre, la Chiesa di San Lorenzo ospita una copia della Sacra Sindone, nascosta in una stanza all’interno della Chiesa.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Ogni giorno, è possibile partecipare ad una visita guidata gratuita della Chiesa, organizzata da alcuni volontari. Inoltre, la visita guidata permette di accedere alla stanza che ospita la copia della Sacra Sindone, per vivere un momento di profonda spiritualità. 
cosa vedere a Torino monte dei cappuccini

Monte dei Cappuccini a Torino

Dopo aver visitato alcune delle attrazioni principali di Torino, è arrivato il momento di fare una pausa. Ovviamente, godendosi la città dall’alto. E quindi, perché non farlo gratuitamente? Ti basterà raggiungere il Monte dei Cappuccini di Torino, uno dei migliori punti panoramici della città. L’importanza del Monte dei Cappuccini risiede nella sua posizione strategica. Infatti, da qui puoi godere di una vista privilegiata su Torino e sulle Alpi circostanti.

Infatti, il Monte dei Cappuccini è conosciuto soprattutto per la sua straordinaria vista panoramica sulla città di Torino. Dall’alto di questa collina, è possibile ammirare l’intera città con i suoi monumenti iconici, le sue piazze maestose e i suoi tetti rossi. Questo paesaggio si estende fino alle montagne all’orizzonte. Wow! Questo punto panoramico offre uno spettacolo mozzafiato soprattutto al tramonto, quando i colori caldi del cielo si fondono con le luci della città, creando un’atmosfera magica e suggestiva.

Aperitivo sul Lungo Po a Torino

Questo primo giorno a Torino sta volgendo al termine, quindi, è arrivato il momento di un aperitivo. Fermati a bere uno spritz in un dei bar lungo il Po, una zona chiamata anche “I murazzi”. La zona del Lungo Po e dei Murazzi a Torino rappresenta un’icona della vita notturna e della movida cittadina. Situata lungo le rive del fiume Po, questa zona è stata un punto di incontro e scambio culturale sin dai tempi dell’antica Roma, quando le sue rive erano animate da mercanti e viaggiatori.

Oggi, il Lungo Po e i Murazzi sono diventati il cuore della movida torinese. Infatti, sono un’attrattiva sia per i residenti locali che per i visitatori in cerca di divertimento e svago. Lungo le rive del Po si trovano una miriade di locali, bar e discoteche che offrono intrattenimento per tutti i gusti e le età. Per questo motivo, è uno dei migliori punti di ritrovo per la vita notturna della città.

Ma il Lungo Po e i Murazzi non sono solo sinonimo di divertimento; sono anche luoghi di bellezza naturale e architettonica, dove è possibile passeggiare lungo le rive del fiume, ammirare gli antichi portici e godere di spettacolari tramonti sulle acque del Po. Inoltre, ospitano eventi culturali, concerti e manifestazioni che arricchiscono la vita della città e ne consolidano l’identità cosmopolita e vivace. Insomma, il luogo perfetto per un aperitivo!

cosa vedere a Torino piazza vittorio

Piazza Vittorio a Torino

Al calar del sole, Piazza Vittorio Veneto, anche chiamata solo Piazza Vittorio dai Torinesi, si arricchisce di un nuovo fascino. Si tratta di una delle piazze più ampie d’Europa, che incarna il cuore pulsante della vita culturale di Torino. Storicamente, Piazza Vittorio Veneto ha svolto un ruolo cruciale nelle vicende della città. La sua imponente cornice di palazzi barocchi e neoclassici testimonia l’importanza storica di questa piazza, che continua a essere un simbolo di identità per i Torinesi.

Oggi, Piazza Vittorio Veneto è un luogo vivace e animato, particolarmente amato dai locali e dai visitatori per la sua vasta offerta di locali e caffè storici. I portici che circondano la piazza offrono riparo dal sole estivo e creano un’atmosfera unica, mentre i caffè storici, come il Caffè Mulassano e il Caffè Torino, invitano a concedersi un momento di relax e convivialità.

Al tramonto, Piazza Vittorio Veneto si trasforma in uno dei migliori punti della città per godersi un aperitivo. Le terrazze dei locali offrono una vista spettacolare sulle facciate dei palazzi circostanti e sul fiume Po, creando un’atmosfera magica e romantica. Sorseggiare un drink al tramonto, sotto i portici secolari di questa straordinaria piazza, è un’esperienza davvero rilassante.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Per cena, prenota un tavolo al ristorante storico Porto di Savona, sotto i portici di Piazza Vittorio. Questo ristorante offre cucina tipica piemontese, con un ottimo rapporto qualità - prezzo. Assaggia il vitello tonnato, davvero buonissimo.

Cosa Vedere A Torino Il Secondo Giorno

Dopo aver dedicato il primo giorno ad alcune delle attrazioni principali, ti starai chiedendo cosa vedere a Torino il secondo giorno. Beh, non preoccuparti, la lista di cose da vedere a Torino è ancora lunga. Infatti, il secondo giorno a Torino è dedicato alla visita di alcuni luoghi simbolo, come il Palazzo Reale di Torino e il Parco del Valentino. Si tratta di due luoghi completamente diversi, in grado di affascinarti ognuno con le proprie peculiarità. Ma non è tutto qui! Beh, non perdiamo altro tempo e scopriamo cosa vedere a Torino il secondo giorno.

cosa vedere a Torino palazzo reale

Palazzo Reale di Torino

Il Palazzo Reale di Torino è un simbolo di potere e raffinatezza, in grado di incarnare l’importanza storica e culturale della città. Costruito nel XVI secolo come residenza dei Savoia, il palazzo è stato testimone di momenti cruciali della storia italiana e europea. Inizialmente concepito come fortezza medievale, il Palazzo Reale è stato trasformato nel corso dei secoli in una sontuosa dimora reale, arricchita da opere d’arte e arredi sontuosi.

Con il passare del tempo, il palazzo è diventato il centro della vita politica, sociale e culturale del Regno di Savoia, ospitando celebri personaggi e ricevimenti sfarzosi. Oggi, il Palazzo Reale rappresenta una tappa imprescindibile per chiunque visiti Torino. Le sue sale riccamente decorate e i suoi giardini sontuosi offrono un’immersione straordinaria nella vita di corte dei Savoia, mentre le esposizioni temporanee permettono di scoprire nuovi aspetti della storia e dell’arte italiana.

Giardini di Palazzo Reale a Torino

Se sei alla ricerca di cosa vedere a Torino in un giorno di sole, allora i Giardini Reali di Torino sono la scelta giusta per te. I Giardini Reali sono parte del complesso del Palazzo Reale di Torino e rappresentano un’oasi di tranquillità nel cuore della città. Questi giardini sono stati originariamente progettati nel XVII secolo da André Le Nôtre, il famoso architetto dei giardini di Versailles, come luogo di svago e riflessione per nobili e sovrani.

Tuttavia, nel corso dei secoli, i Giardini Reali di Torino hanno visto passare momenti cruciali della storia torinese. Da location di sontuosi ricevimenti e feste di corte a teatro di importanti eventi politici e culturali, questi giardini sono stati testimoni di una vasta gamma di eventi che hanno plasmato il destino della città.

Oggi, i Giardini Reali rappresentano un’importante risorsa per i Torinesi e per Torino stessa. Offrono un’oasi di pace e bellezza nel caos della vita urbana, dove è possibile passeggiare tra alberi secolari, ammirare sculture e fontane e godere di momenti di relax e svago in un ambiente suggestivo e ricco di storia. Insomma, se capiti a Torino in una bella giornata di sole, non devi assolutamente perderti una visita a questi meravigliosi giardini.

Cosa Vedere a Torino: Porta Palatina

Il nostro itinerario a piedi alla scoperta di cosa vedere a Torino, continua con una rapida visita alla Porta Palatina. La Porta Palatina, situata a due passi dal Palazzo Reale di Torino, è un’imponente testimonianza dell’antica storia della città. Costruita durante il periodo romano, la Porta Palatina era l’ingresso principale alla città di Torino. Infatti, era contemporaneamente un punto di accesso e di difesa della città romana. Più precisamente, era parte delle mura che circondavano il nucleo originario di Torino, costituendo un simbolo del potere e della grandezza dell’Impero Romano. Oggi, la Porta Palatina testimonia l’importanza strategica e commerciale che Torino rivestiva già nell’antichità.

cosa vedere a Torino mole antonelliana
cosa vedere a Torino museo cinema

Mole Antonelliana a Torino e il Museo del Cinema di Torino

La Mole Antonelliana è uno dei simboli più iconici di Torino, una struttura imponente che domina il panorama della città e ne incanta i visitatori con la sua maestosità. Originariamente progettata per essere una sinagoga, oggi ospita il meraviglioso Museo del Cinema Italiano. Infatti, il progetto iniziale non fu mai completato e la Mole Antonelliana divenne un monumento laico, che rappresentava l’ambizione della città nel periodo dell’Unità d’Italia.

Oggi, la Mole Antonelliana ospita il Museo Nazionale del Cinema, uno dei più importanti al mondo nel suo genere. Questo museo offre ai visitatori un viaggio emozionante attraverso la storia del cinema, dalle sue origini fino ai giorni nostri, attraverso esposizioni interattive, collezioni di oggetti e proiezioni cinematografiche. Ho visitato il Museo Nazionale del Cinema qualche anno fa e devo ammettere che sono rimasta piacevolmente stupita. Ovviamente, se sei a Torino solo per pochi giorni potresti evitare di visitarlo e preferire una visita al Museo Egizio.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Cosa vedere a Torino in una giornata di sole? Beh, il panorama sulla città. Infatti, la Mole Antonelliana offre anche una vista mozzafiato sulla città di Torino e sulle Alpi circostanti dalla sua famosa cupola panoramica. Ottima idea se sei alla ricerca di una vista dall'alto.
cosa vedere a Torino

Parco del Valentino a Torino

Il Parco del Valentino è il polmone verde di Torino, amato dai Torinesi per la sua rilevanza storica e per la sua bellezza. Infatti, il Parco del Valentino è un gioiello verde incastonato nel cuore di Torino e rappresenta una testimonianza vivente della storia e della bellezza della città. Le sue origini risalgono al 1630, quando il Duca di Savoia Carlo Emanuele I lo fece realizzare come giardino all’italiana. Nel corso degli anni, si è trasformato in un’oasi di tranquillità e bellezza, al riparo dal trambusto della vita urbana.

Ma l’importanza storica del Parco del Valentino va oltre la sua creazione. È stato teatro di numerosi eventi storici, come la visita di Napoleone Bonaparte nel XIX secolo e l’Esposizione Universale del 1884, che ha contribuito a rendere Torino una delle capitali culturali d’Europa. Oggi, il Parco del Valentino offre un rifugio dal caos della città, con i suoi lunghi viali alberati, i prati verdi e il fiume Po che lo avvolge dolcemente.

Ma ciò che lo rende veramente speciale è la presenza della Cittadella Medievale, una ricostruzione accurata di un borgo medievale completo di torri, mura e ponti, che trasporta i visitatori in un’epoca lontana e affascinante. In questo contesto incantato, è possibile passeggiare tra le antiche vie in ciottoli, visitare la rocca e godere di panorami mozzafiato sulla città e sul fiume. Infine, il Parco del Valentino è anche il luogo ideale per praticare sport all’aria aperta, fare un picnic in famiglia o semplicemente rilassarsi al suono della natura. Insomma, se vuoi sapere cosa vedere a Torino lontano dal caos della città, allora questo posto è quello che fa per te.

cosa vedere a Torino superga

Cosa Vedere a Torino: Basilica di Superga

La Basilica di Superga è maestosa e imponente e domina dall’alto la città di Torino. Questo luogo fuori dal tempo offre non solo una testimonianza storica significativa, ma anche uno dei migliori punti panoramici per ammirare la bellezza della città e dei suoi dintorni. Inizialmente, la Basilica di Superga è stata eretta per commemorare la vittoria dei Savoia nella battaglia di Torino contro le truppe francesi. Da quel momento, è diventato un simbolo di devozione religiosa e di orgoglio nazionale per i Torinesi.

Situata su una collina sopra la città, regala una vista spettacolare su Torino e sulle Alpi circostanti. Infatti, il panorama mozzafiato si estende fino all’orizzonte, regalando sensazioni di pace e tranquillità lontano dal caos e dal trambusto della vita urbana. Il fascino della Basilica di Superga è particolarmente evidente al tramonto, quando i raggi dorati del sole si riflettono sulle sue cupole e sulle sue facciate, creando un’atmosfera magica e suggestiva. Godersi il tramonto da questo luogo è un’esperienza indimenticabile, che permette di ammirare la città sotto una nuova luce e di coglierne tutta la sua bellezza.

Quartiere Quadrilatero a Torino

Il Quartiere Quadrilatero è un piccolo gioiello, sia per le sue dimensioni ridotte, sia per la sua architettura. Infatti, il Quadrilatero Romano cattura l’attenzione con le sue strette vie lastricate e i suoi antichi palazzi. Questo quartiere, noto anche come Quadrilatero della Moda, deve il suo nome alla forma quadrata delle sue strade, che un tempo segnavano il perimetro della città antica di Torino.

Esplorando il Quadrilatero, ci si immerge in un’atmosfera unica, dove storia e modernità si fondono armoniosamente. I palazzi storici con le loro facciate affrescate, le botteghe artigiane e le boutique di design creano un mix irresistibile di eleganza e autenticità. Ma non è solo la bellezza architettonica a rendere il Quadrilatero così affascinante. Questo quartiere è anche uno dei migliori punti della movida elegante di Torino, con una vasta scelta di bar, bistrot e locali alla moda dove gustare aperitivi raffinati e cene gourmet. Insomma, il luogo perfetto dove fermarsi a fare un aperitivo o a cenare.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Prenota un tavolo alla Antica Bruschetteria Pautasso, nel cuore del Quadrilatero. Non lasciarti ingannare dal nome, perchè si tratta di un Ristorante che offre ottima cucina tipica piemontese. Assaggia la "bagna cauda" e il "tagliere piemontese reale": fantastici!

Cosa Vedere a Torino il Terzo Giorno

Il terzo giorno del tuo weekend a Torino potresti dedicarlo alla visita di alcune attrazioni fuori dalla città. Personalmente, ho optato per la Reggia di Venaria, un gioiello architettonico meraviglioso a pochi chilometri da Torino. Se non l’hai ancora visitata, ti consiglio di farlo al più presto. Credimi, la sua bellezza e maestosità ti lasceranno senza parole.

cosa vedere a Torino venaria
cosa vedere a Torino reggia di venaria

Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria, situata alle porte di Torino, è un gioiello architettonico e storico che incanta i visitatori con la sua maestosità e la sua bellezza senza tempo. Costruita nel XVII secolo, inizialmente la Reggia di Venaria era destinata a essere una residenza reale di straordinaria grandezza, simbolo del potere e della magnificenza della casa dei Savoia. L’importanza storica della Reggia di Venaria è innegabile. Infatti, nel corso dei secoli, ha ospitato nobili, sovrani e personaggi illustri, diventando il centro della vita politica, sociale e culturale del Piemonte.

Dal punto di vista architettonico, la Reggia di Venaria è un capolavoro del barocco europeo. Progettata da architetti di fama internazionale, come Amedeo di Castellamonte e Filippo Juvarra, la Reggia di Venaria si distingue per la sua imponenza e la sua armonia. Le sue imponenti facciate, le sontuose sale affrescate e i lussureggianti giardini all’italiana ti incanteranno.

Oggi, la Reggia di Venaria è stata restaurata e riportata al suo antico splendore, diventando uno dei siti culturali più visitati d’Italia. Potrai passeggiare tra le sale, ammirare le opere d’arte e gli arredi originali, e perderti nei labirinti dei giardini all’italiana. In questo luogo, la bellezza della natura si fonde armoniosamente con l’eleganza dell’architettura. Insomma, la Reggia di Venaria ti incanterà con la sua bellezza e il suo fascino senza tempo. In un attimo, sarai trasportata in un viaggio indimenticabile attraverso la storia, l’arte e la cultura del Piemonte e dell’Italia.

Consiglio della tua Consulente di Viaggio preferita: Il biglietto di ingresso alla Reggia di Venaria include anche l'accesso ai Giardini della Reggia di Venaria ed alla Scuderia Grande. Dedica una giornata intera a questa visita, così riuscirai a visitarne ogni angolo.

Cosa Vedere a Torino in Tre Giorni: Ora Tocca a Te!

Eccoci arrivate alla fine della nostra guida gratuita dedicata a cosa vedere a Torino in tre giorni. In questo articolo, ti ho portato con me alla scoperta di Torino, una delle città più eleganti di Italia. Il nostro itinerario alla scoperta di Torino ha preso in considerazioni luoghi turistici e luoghi conosciuti solo dai residenti, per vivere un’esperienza indimenticabile.

Spero che questa guida gratuita ti sia utile per scoprire cosa vedere a Torino senza impazzire. Se vuoi che mi occupi dell’organizzazione del tuo prossimo viaggio a Torino e nelle Langhe o in giro per il mondo, invia la tua richiesta a questo link. Ti basterà indicarmi alcune informazioni ed io mi occuperò di tutto il resto. Cosa stai aspettando? La vita è una ed è meglio spenderla in viaggio!

Come sempre, ti aspetto nei commenti.

Un abbraccio,

Marianna

Ti potrebbe piacere...

Articoli Popolari...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *